Calcio, Perinetti fa un bilancio sul mercato del Palermo

A meno di 24 ore dalla fine della sessione estiva del calcio mercato per la stagione 2013-2014, Giorgio Perinetti, responsabile dell’area tecnica in casa Palermo, fa il punto della situazione, parlando i generale delle operazioni di mercato chiuse dalla società, ma a anche di prospettive future, per una compagine, quella rosanero, costruita sicuramente per tornare in A, ma ancora alle prese con dei problemi di assemblaggio. “Abbiamo preso due giovani importanti, sottolinea subito il dirigente rosa. Belotti è un ragazzo sottovalutato, è un centravanti dell’Under 21. Lo scorso anno in Under 21 c’era Immobile, spero si affermi allo stesso modo.

Verre è convocato in Nazionale, spero sabato possa raggiungere la squadra per essere a disposizione domenica. Lo ha voluto il mister, ha caratteristiche diverse dai nostri centrocampisti. Lo voleva tutta la Serie B, è sicuramente uno dei prospetti migliori in Italia”. Commentando la situazione attaccanti, soprattutto in funzione del mancato arrivo di u nome altisonante che potesse far sognare i tifosi, Perinetti ha dichiarato. “Il Palermo come abbiamo sempre dichiarato punterà su Hernandez e Dybala. Con loro due più Lafferty, oltre che Belotti, il nostro attacco è completo. Il dirigente rosa ha poi affrontato la questione riguardante la rosa e gli infortuni attuali: “Gli infortuni di alcuni nostri giocatori non sono a causa della preparazione. Quelli di Munoz e Barreto ad esempio hanno una connotazione muscolare, ma quasi da trauma. Daprelà ha messo male il piede e non è riconducibile alla preparazione. Abbiamo fatto un lavoro duro teso a raggiungere l’optimum fino alla fine del campionato”.

Tornando al mercato, riflessione finale sulla partenza di Emiliano Viviano. “E’ stato un giocatore praticamente escluso dal mercato in Italia, ma gli abbiamo trovato una destinazione prestigiosa. Ci fa piacere perché ci fa anche entrare in rapporto con un club come l’Arsenal”. Il direttore tecnico ha poi chiuso il cerchio soffermandosi sul rapporto Zamparini-Gattuso. “Gattuso ha condiviso in toto le nostre scelte, anche perché fatte con lui. Comprese le ultime due di mercato. Siamo contenti di essere arrivati prima noi su questi giocatori. Quello che c’è di novità rispetto ai soliti rapporti tra Zamparini e i suoi allenatori è la schiettezza assoluta. Quello che si dicono non lo so, magari se le dicono di santa ragione, ma c’è un rapporto giornaliero.” Parole chiare e precise che dovrebbero tranquillizzare il popolo rosanero in merito al futuro di squadra e società.

Giovanni Chinnici

4 settembre 2013

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook