Muore in un terribile incidente dopo la festa dei suoi 26anni

Muore in un terribile incidente dopo la festa dei suoi 26anni

villacidro_incidente_mortale_sulla_provinciale_196-500-500-921103-427491

CAGLIARI- Tornava a casa dopo aver festeggiato con gli amici il suo 26esimo compleanno, Nunzia Sibiriu, di Gonnosfanadiga. Viaggiava sul lato passeggero della Fiat Panda che stamane all’alba si è schiantata sul guard rail lungo la statale 196 che collega Villasor a Villacidro, nel Medio Campidano. Sono da poco passate le sei quando Marco Piras, 36, anche lui di Gonnosfanadiga, ha perso il controllo della sua auto, che dopo aver sbandato si è infilata sul guard rail proprio nel lato sul quale viaggiava Nunzia, che è stata ferita gravemente, subito dopo dall’auto si sono sprigionate le fiamme che hanno avvolto la ragazza. L’amico e conducente dell’auto è sfuggito miracolosamente alle fiamme grazie al salvataggio in extremis di due automobilisti di passaggio, due cacciatori: un carabiniere della Compagnia di Villacidro, il brigadiere Salvo Cottone, e il comandante della Compagnia barracellare, Antonello Cadoni, che hanno estratto il ragazzo dall’abitacolo.

Sul posto sono intervenuti i vigili del fuoco della compagnia di Sanluri e due ambulanze del 118, una scena impressionante, per la giovane non c’è stato nulla da fare avvolta dalle fiamme all’interno dell’auto, il suo amico è stato ricoverato all’ospedale Brotzu, di Cagliari, in condizioni non ritenute gravi. A regolare il traffico, i carabinieri della stazione di Villacidro e del Nucleo radiomobile della Compagnia, infatti, per alcune ore la strada è rimasta chiusa alle auto.

La ragazza molto conosciuta nel suo paese lavorava come assistente in uno studio dentistico di Gonnosfanadiga. Aveva compiuto 26anni, solo due giorni fa, per questo aveva deciso di festeggiare con tutti i suoi amici a Cagliari. Ora gli inquirenti indagano per stabilire quali siano le cause che hanno portato l’auto fuori strada, spezzando la vita della giovane Nunzia.

Marilena Tuveri

14 dicembre 2014

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook