Giorgio Baldari il vincitore del contest Anas vola al concertone del primo maggio

Giorgio Baldari il vincitore del contest Anas vola al concertone del primo maggio

S’intitola La strada è di tutti il brano di Giorgio Baldari,  vincitore del contest musicale indetto da Anas nell’ambito della campagna di sicurezza stradale #buonmotivo promossa assieme al Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti.

Il testo del cantautore romano è diretto, senza fronzoli e vale come invito alla lentezza e all’assaporare il percorso. Baldari è riuscito nella missione di farsi sensibile portatore del messaggio della campagna: c’è sempre un buon motivo per fermarsi un secondo in più e fare la scelta giusta quando si è alla guida. Il brano come una piccola cinepresa fa scorrere momenti di quotidianità sulle strade avvicinandosi all’ascoltatore che riesce a ritrovare se stesso in quei luoghi comuni e a riflettere sul tema della sicurezza.

L’ispirazione è arrivata osservando le strade caotiche di Roma e gli spericolati automobilisti che quotidianamente le percorrono.

Quella di Giorgio Baldari per la musica è una passione nata in giovanissima età. I primi concerti sono stati con i Magnolia, la rock band da lui fondata con cui si è fatto conoscere nella capitale. L’estrazione è decisamente rock vista la passione maturata in adolescenza per i Beatles e i Dire Straits che poi si è mescolata a quella per il cantautorato italiano che ha avvicinato l’artista alle prime esperienze autoriali. La parentesi Magnolia si è chiusa successivamente per lasciare spazio alla carriera solista. Le soddisfazioni sono arrivate presto grazie ai brani Sogno Reale, La tua Giacca premiato al Festival delle arti di Andrea Mingardi e anche grazie a comparse su palchi importante prima di artisti quali Anna Tatangelo e Ron per citarne alcuni, tutte tappe di un prolifico percorso artistico che continua tutt’ora. Al momento c’è un EP in cantiere e un sodalizio con Anas che tornerà a darsi voce attraverso la musica di Giorgio Baldari in occasione del tour dei 90 dell’Ente nazionale per le strade (1928 – 2018). Intanto le energie sono rivolte al primo maggio e al palco dell’ambito concertone.

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook