Chi li elimina e chi li fa vincitori: la coppia Meta-Moro protagonista del Festival 


Chi li elimina e chi li fa vincitori: la coppia Meta-Moro protagonista del Festival 

Sanremo. 68° Festival della Canzone Italiana. Prima Serata. Nella foto Ermal Meta e Fabrizio Moro

Nel bene e nel male, la coppia Meta-Moro è la protagonista del Festival di Sanremo con un’esposizione mediatica x10 raccolgono l’attenzione di tutti.

“Non mi avete fatto niente” sarà la canzone del Festival di Sanremo 2018, un caso mediatico come pochi da un po’ di anni a questa parte. Ancora una volta il detto “Nel bene e nel male, purché se ne parli” si conferma senza dubbi. E così è stato, la questione Meta-Moro sta raccogliendo così tante attenzione da assicurarsi un “bottino pubblicitario” unico nel suo genere. 

Tra plagi, citazioni e cambi di regolamento ormai ne abbiamo sentite di tutti i colori, una polemica a Sanremo è una macchia d’olio che si estende su tutti i media come non mai.

È giusta la loro riammissione? Sarebbe stata ingiusta un’eliminazione? Questo conta poco dal punto di vista promozionale, i nomi di Ermal Meta e Fabrizio Moro sono sulla bocca e tastiere di tutti. Nel corso della terza serata li rivedremo in gara dopo la sospensione durante la seconda, un’ulteriore mossa che ha amplificato la querelle.

Se prima erano i favoriti per la vittoria, adesso la loro vittoria è l’esposizione raddoppiata x10 del Festival di Sanremo. In tantissimi a sostenere la coppia che, amata dalla maggior parte della stampa, si è ritrovata fra i trend topic di Twitter e tendenze Youtube. I primi in classifica nei toto-vincitori ed ora anche nella classifica delle polemiche.

Ermal Meta e Fabrizio Moro decidono di annullare ogni intervista e di concentrarsi sulla performance della terza serata, fondamentale e decisiva e l’unica apparizione a seguito della questione. I due sono solo esposti con un post sui social in competo disaccordo con tutta la questione, ovviamente.

La questione Meta Moro ha mosso così tanto movimento che è già una vittoria.
Sempre se il detto “Nel bene e nel male, purché se ne parli” sia un detto adatto a questo tipo di manifestazione.

Li aspettiamo sul podio.

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook