RECENSIONE | Brunori Sas: “A casa tutto bene”, un successo all’Atlantico di Roma

RECENSIONE | Brunori Sas: “A casa tutto bene”, un successo all’Atlantico di Roma

Sabato 1°Aprile all’Atlantico di Roma, l’atteso concerto di Brunori Sas con cui il cantante calabrese fa ascoltare ai suoi fan i brani del nuovo album “A casa tutto bene”, uscito lo scorso 20 gennaio. 12 nuove tracce che riconfermano lo stile inconfondibile di Brunori e la sua capacità altrettanto inconfondibile di raccontare, raccontare la vita.

È vero quello che dice in Canzone contro la paura”: le sue canzoni parlano innanzitutto e soprattutto di amore, sono canzoni d’amore, “perché alla fine, dai, di che altro vuoi parlare?”.In effetti mentre parla d’amore, Brunori però riesce a volgere lo sguardo anche a quello che accade intorno a noi, riesce così ad affrontare temi e problematiche attuali. È il caso del brano Colpo di Pistola che è certo una canzone d’amore, ma di quella versione malsana e violenta dell’amore di cui è piena la cronaca quotidiana. “Lamezia-Milano” racconta un aspetto della vita dello stesso Brunori Sas, alias Dario Brunori, sempre in viaggio e sempre diviso tra la provincia calabrese, quella provincia italiana rimasta agli anni ’80 e la city milanese, tratteggiando una dicotomia che ancora è fortemente percepita nel nostro Paese. Ancora Secondo me è un inno alla diversità di opinioni, alla bellezza di vedere il mondo da punti di vista diversi, senza considerarne alcuno sbagliato; così come un appello alle ragioni del diverso e dello straniero che fa così tanta paura a molti di noi è la canzone Uomo Nero, un brano esplicitamente contro i pregiudizi ed il razzismo, un brano che getta luce sui problemi di integrazione che ogni giorno ci ritroviamo a fronteggiare. La paura o meglio le paure che viviamo nel quotidiano sono un tema ricorrente in tracce come “La verità e “Canzone contro la paura. Forse siamo davvero una generazione piena di paure, di timori; siamo il mondo occidentale che vive perseguendo quell’“imperativo di rimuovere il dolore”, come lo definisce Brunori, mentre la verità è che il dolore è essenziale quanto la felicità, essenziale per riconoscerla e apprezzarla.

Il risultato di questo concerto è quello che potrebbe definirsi l’idea di un concerto perfetto. Grandi esecuzioni musicali accompagnate da una dote fantastica di Brunori di coinvolgere il pubblico con sketch divertenti, battute e anche ironiche prese in giro. Una qualità che ce lo fa apprezzare ancor di più non solo per le sue canzoni, per quel misto di dolcezza e tristezza che è un suo tratto d’autore, ma anche per la sua indiscutibile simpatia e autoironia.

A casa tutto bene è il tour con cui Brunori Sas ci fa conoscere il suo nuovo album e con cui al tempo stesso compiace il suo pubblico cantando e suonando i brani che lo hanno fatto amare. Tra le altre canzoni portate sul palco di ieri sera Lei, lui, Firenze, Guardia ‘82”, “Kurt Cobain”, “Pornoromanzo”, “Rosa”, “Fra milioni di stelle”.

Il tour “A casa tutto bene” che è iniziato lo scorso 24 febbraio, dopo la data romana di ieri sera vedrà Brunori impegnato in altre tre date, il 6 aprile a Palermo (Teatro Golden), l’8 aprile a Catania (MA) e infine il 24 aprile a Genova (Supernova Festival). Ma non temete! Sono state già annunciate le prime date estive il 30 giugno a Milano al Carroponte e il 4 luglio a Roma al Postepay Rock in Roma.

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook