Enrique Iglesias: “Subeme la radio” può dominare l’estate 2017?

Enrique Iglesias: “Subeme la radio” può dominare l’estate 2017?

Enrique Iglesias pubblica il suo nuovo singolo estivo, si chiama “Subeme la radio” e sta già conquistando tutti. Sarà una nuova hit?

Se non si fosse fatto vedere nel giro di qualche settimana, ci saremmo preoccupati. E’ tornato Enrique Iglesias, puntale quanto la sua estate in arrivo, pronto a dominarla di nuovo. Proprio lo scorso venerdì, 24 febbraio 2017, Enrique pubblica il nuovo singolo. Si chiama “Subeme la radio” ed è in collaborazione con Descemer Bueno e Zion & Lennox.

“Subeme la radio” dalle sonorità tipicamente in stile “Iglesias” sarà il singolo con cui l’artista si presenterà nell’imminente estate. Un testo che, per chi non mastica lo spagnolo, non è così spensierato e scanzonato come può sembrare. Si parla di un amore finito e di una richiesta di tornare insieme, mentre “alzo il volume della radio e ascolto la mia canzone“.

Ovviamente si parla di amore, ma non possiamo e non vogliamo chiedere altro ad Enrique.

Un genio delle hit musicali, perchè di questo si tratta, la sua capacità di piazzare i brani ai vertici delle classifiche mondiali di certo non è così comune. Lo ha fatto con “Bailando“, “Noche y de Dia” poi con “El perdon” e “Duele el corazion“, lo farà anche con “Subeme la radio”?

Abbiamo ascoltato con attenzione “Subeme la radio” e subito ci siamo chiesti una cosa: dominerà anche quest’estate? La risposta è ovviamente sì. Le sonorità del nuovo singolo sono curate, Iglesias non si seduto sul successo e ha tirato fuori un altro brano convincente. Non tarderanno ad arrivare i numerosi remix che sentiremo sulle spiagge di tutta Italia e nel mondo.

Perchè Iglesias è così, come i più grandi di cui scriviamo sulle nostre pagine, ha saputo raccogliere un gusto popolare che raccoglie tutti. Insomma, chi non ha mai ballato su una sua canzone? Chi non l’ha mai sentita durante un party? Chi non l’ha mai odiata/amata? “Subeme la radio” è un altro singolo che sentiremo per molto tempo.

Nel bene e nel male.

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook