Con la musica da sempre: Mary Gehnyei

Con la musica da sempre: Mary Gehnyei

Il suo nome è sicuramente tra quelli più interessanti della scena tech-house romana, oggi ci facciamo due chiacchiere con Mary Gehnyei.

Ciao Mary e benvenuta su 2duerighe, come ti sei avvicinata alla musica?

Da sempre, fin da piccola, la Musica ha fatto parte della mia vita, ad un anno di vita i vinili di mio padre arredavano la mia stanza. La Musica è sempre stata una compenente molto importante nella mia famiglia,sono stata educata nell’ascolto di tutti i generi musicali, dal reggae al pop, al blues, alla musica africana,ecc…senza nessuna eccezione. Giorno dopo giorno la mia passione si è evoluta,esprimendosi in diverse forme, iniziando col ballo, passando per il canto, per poi esplodere del tutto nel dj set..

Sappiamo che durante l’ultimo anno sei stata molto attiva, hai suonato molto a Roma, ti reputi soddisfatta del cammino fatto fin ora?

Per anni ho espresso un unico desiderio,quello di diventare una brava dj, quest’ultimi due anni ho iniziato ad esercitarmi tecnicamente nel djing ed a migliorare i miei set. Ho iniziato a collaborare presso lo studio di registrazioni del locale “Il Circolo Degli Illuminati”, dove mi hanno inserita in alcune delle loro serate esclusive come quella di “Minù” il sabato ed “Interferenze” il venerdi. Il mio percorso musicale ad oggi stà crescendo grazie al team RNY che mi ha scelta come una dei suoi dj resident, dandomi la possibilità di esprimermi in locali come il “Magick Bar”,ed il “Coropuna”.

Andiamo nello specifico, hai novità per il futuro?

Ho preso un periodo di pausa per lavorare al meglio sul mio primo vero progetto musicale, vorrei uscire con qualcosa di nuovo che rappresenti le mie visioni musicali; ogni giorno suoni underground ed immagini mi aiutano ad elaborare quella che sarà la mia prima release.Sono molto entusiasta del feedback positivo ed il supporto del clubbing romano, l’obbiettivo sarà quello di farmi conoscere di più attraverso la mia Musica..

Quali sono le maggiori difficoltà che hai incontrato dall’inizio della tua carriera ad oggi?

La difficoltà le ho avute nel convincerli a farmi suonare, è sicuramente lo stesso problema che hanno avuto molti altri ma ho dovuto e voluto sempre differenziarmi dalla “female dj” bella e fica che entra in consolle perchè va di moda. Difficile dimostrare che il tuo unico grande amore è la musica, che il tuo scopo è quello di emozionare il dancefloor.

Quanto tempo dedichi alla musica?

Il tempo che dedico alla musica mi sembra sempre troppo poco, a volte arrivo anche a 10 ore di fila no stop, ascoltando diversi generi nella stessa giornata, alla ricerca di input diversi.

Un artista che ti ha maggiormente influenzato?

Sono molti gli artisti che hanno influenzato il mio percorso,il mio dramma è sempre stato quello di non averne uno prescelto, forse, pensandoci bene, Tracy Chapman ed Erikah Badu sono state le mie muse, mentre dj Joe Claussell è stata una forte fonte d’ispirazione..

Musicalmente parlando: obiettivi per il 2017?

Quest’anno sono molti gli obbiettivi da raggiungere,il primo in assoluto è quello di far uscire la traccia su cui stò lavorando da tempo, il secondo sarà quello di farlo ballare il più possibile nei clubs.

Grazie per la tua disponibilità e in bocca a lupo per i progetti futuri.

Crepi e grazie a voi.

21 febbario 2017

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook