I Finley sono tornati in grande stile: il racconto del nuovo live

I Finley sono tornati in grande stile: il racconto del nuovo live

Siamo stati al concerto dei Finley a Roma, proprio loro, sono tornati in grande stile e ve li raccontiamo.

Un concerto memorabile quello dei Finley del 17 dicembre al Jailbreak Live, a Roma, vicino Ponte Mammolo- non fosse stato per le lunghe ore di attesa al freddo e al gelo, in tema natalizio.

I ragazzi si sono presentati sul palco con l’ironia e la semplicità di sempre ripercorrendo canzone dopo canzone il percorso evolutivo degli ultimi 10 anni. Un tour celebrativo, che fa capo a quel “lontano” 2006 che li portò alla ribalta poco più che ventenni, e che li ha visti suonare nella meravigliosa cornice del locale romano, un po’ fuori mano ma a cui loro si dicono molto affezionati quasi quanto alla stessa Roma, che loro definiscono “Rhome”, un ibrido tra Rome e Home.

Un’emozione grande per un’intera generazione che si è ritrovata sotto quel palco come una grande famiglia: Pedro ha più volte ribattuto durante la serata, infatti, che le facce che vedeva dal palco erano le stesse di dieci anni fa, cresciute e cambiate, ma riconoscibilissime poiché li avevano sempre seguiti. Questo è sempre stato un punto a favore della band, fin dai primi tempi: la loro funzione è sempre stata quella di collante, o in un certo senso quella di amalgamare ragazzi e ragazze apparentemente molto diversi tra loro. E’ un po’ la meraviglia del punk, genere che hanno sempre affrontato a testa alta a differenza di altre band italiane che si professavano tali e che nel giro di qualche anno sono andate ad implodere.

L’energia, l’originalità, la qualità sonora sono state invidiabili: con una potenza non indifferente (ormai sono trentenni, per dire, non sono più giovanotti) hanno portato avanti quasi due ore di concerto con solo qualche pausa tra una canzone e l’altra, per ringraziare i fan e lo staff o per commentare la partita appena conclusa, Roma-Juve.

Con l’entrata in squadra di Ivan al basso, il loro sound aveva giù subito in studio una virata fenomenale: nel live non si sono smentiti, anzi; ogni nota era perfetta e ogni sbavatura sembrava essere stata messa lì di proposito. Come parti di un motore, i quattro hanno dato prova di grande impegno, collaborazione e armonizzazione riproponendo in vesti nuove i più grandi successi da Tutto è possibile a Domani, da Ricordi a Sole di Settembre, fino ad arrivare a Il meglio arriverà e la loro ultima cover Il Mondo, il cui ricavato è stato dato in beneficienza. E si parla anche di un nuovo album in arrivo per la fine dell’anno prossimo, a quanto pare. Ma su questa informazione, ancora nulla di detto.

Il tour toccherà  la notte di Capodanno a Legnano, città in cui i Finley nel 2002 hanno deciso che “se lo vuoi tutto è possibile”. A quanto pare, avevano proprio ragione loro.

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook