Eugenio Finardi ci porta sulla sua macchina del tempo: esce “40 anni di Musica Ribelle”

Eugenio Finardi ci porta sulla sua macchina del tempo: esce “40 anni di Musica Ribelle”

eugenio-finardi_locandina_b
Eugenio Finardi, locandina per il 4 novembre a Milano

Eugenio Finardi ci ha fatto fare un viaggio all’interno della sua carriera: “40 anni di Musica Ribelle” esce il prossimo 28 ottobre 2016 e il 4 novembre una live reunion a Milano.

E’ stato presentato oggi in conferenza il nuovo progetto di Eugenio Finardi dal titolo “40 anni di Musica Ribelle” che racchiude gli album dell’artista pubblicati fra il 1975 e il 1979. Un viaggio che coinvolge gli storici “NON GETTATE ALCUN OGGETTO DAI FINESTRINI”(1975); “SUGO” (1976); “DIESEL” (1977); “BLITZ” (1978) e “ROCCANDO ROLLANDO” (1979), usciti originalmente per l’etichetta discografica Cramps e ripubblicati ora da Universal Music. Un progetto che Eugenio Finardi ci presenta a pieno e mostra in tutta la sua completezza.

Si presenta sul palco come se volesse presentare un’app: “Ho sempre voluto fare una conferenza alla Steve Jobs e a 60 anni si devono realizzare i sogni” e così questo è il primo sogno dei tanti che Eugenio ci ha raccontato durante la conferenza stampa di oggi al CPM di Milano. Presenta subito il protagonista della mattinata: “40 anni di Musica Ribelle” che non è il solito album di rimasterizzazioni, ma contiene gli originali master esattamente come sono stati incisi in quegli anni, per lui un vero salto al passato ma anche uno sguardo al presente, per regalare ancora oggi quelle atmosfere così accurate e speciali. Il progetto nasce tutto dall’arrivo di un pacco ad Eugenio Finardi, con all’interno i famosi nastri multitraccia contenenti le registrazioni, e così decide di pubblicarli a disposizione di tutti. Nasce il cofanetto in pubblicazione il 28 ottobre. Il tutto è definito “una macchina del tempo” per tornare indietro e guardare avanti. Una settimana di studio per un lavoro preciso e per “commuoversi e sognare” dice Eugenio in cui riascoltando i master sembrava già di avere il risultato finale, senza il bisogno di rimasterizzazione.

Non è un’operazione nostalgia, è un’operazione per andare avanti perchè i testi risultano attuali anche oggi” dichiara l’artista.

Oltre agli album rimasterizzati, che saranno disponibili anche singolarmente e con una riproduzione fedele all’originale pure nella copertina, presente un DVD contenente dei multitraccia interattivi in cui si potrà esplorare ogni traccia, montarla e tagliarla a gusto personale, scegliendo di focalizzarsi soltanto su uno strumento, la voce o l’arrangiamento ed ascoltare l’unicità di queste tracce.
Questo progetto rappresenta per Finardi tutta la sua carriera e di quello che da giovane si era, con i compagni di band, pensato di fare: “Volevamo trovare una via italiana al rock” ed infatti ci fa ascoltare come nelle tracce non ci sia la presenza di influenze estere, ogni strumento e suono è di origine italiana e questo rende tutto più interessante.

Quando mi guardo in queste foto non vedo me stesso, vedo un ragazzo sognatore, ribelle, stupido, arrogante e goffo, ma con una grande voglia di cambiare le cose. Provo la stessa tenerezza che provo quando guardo mio figlio” è così che Eugenio Finardi commenta il book contenuto all’interno di 40 Anni di Musica Ribelle, con foto e ricordi dalla Cramps e tutte le esperienze e i collaboratori che hanno reso la carriera di Eugenio quella di oggi.

Dopo un’estate di live, il prossimo appuntamento dal vivo sarà il 4 novembre al Teatro dal Verme di Milano portando “MUSICA RIBELLE – La Reunion” al teatro Dal Verme con alcuni dei componenti originali della band che ai tempi ha inciso quei brani. I biglietti sono già in vendita sul circuito MailTicket.

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook