Meghan Trainor cambia stile: “Nel primo album non ho avuto molta libertà, ora decido io”

Meghan Trainor cambia stile: “Nel primo album non ho avuto molta libertà, ora decido io”

Meghan Trainor torna sulle scene in una nuova veste, è uscito il suo nuovo album “Thank You”.

Meghan Trainor, cantante statunitense famosa in tutto il mondo per hit come “All About That Bass” e “Dear Future Husband” con il nuovo album si mostra in una veste diversa e dichiara di aver voluto proprio come pensava lei. E’ uscito il 13 maggio scorso “Thank You“, il nuovo prodotto di Meghan Trainor composto da 15 tracce inedite, pubblicato a solo un anno di distanza da “Title”.

Con “Thank You” fa sentire delle nuove sonorità, più lontane dal pop a cui ci aveva abituato nel primo album, si aggiungono suoni urban e il risultato è quello di sentire un’artista più matura. Proprio a proposito di questo, Meghan Trainor ha dichiarato in un’intervista al magazione Nylon di aver scelto di fare le cose a suo modo.

L’artista ha così raccontato: “Nel primo album non ho avuto la massima libertà, per quest’ultimo si volevano unire i suoni anni 50, ma all’inizio la mia etichetta voleva realizzare un intero album su questo stile. Così “di nascosto” ho inserito qualche suono urban, influenze rap e mi è stato detto in faccia che stavo rovinando l’album. E’ difficile continuare su questa strada quando hai molte persone che hanno opinioni su cosa dovresti fare, ma alla fine ho seguito il mio istinto.” – continuando – “Io ho continuato a scrivere nel mio stile woo-dop aggiungendo ciò che volevo, poi l’etichetta si è ricreduta dicendomi “Stai facendo quello che tutti si aspettano che tu faccia”, così ho deciso di realizzare qualcosa che Meghan Trainor non avrebbe mai pensato, in poche ore è uscita “No”, sono stati tutti entusiasti del risultato, era quello che volevano.” 

Durante l’intervista Meghan Trainor ha anche parlato di uno dei suoi singoli che l’hanno lanciata nel mondo della musica “All About That Bass” dichiarando che l’idea del video e di molte altri aspetti riguardo quella canzone, non sono stati una sua idea: “La prima cosa che abbiamo fatto è stato registrare il videoclip, è stato tutto velocissimo, e io non avevo un manager, non avevo un team, ero terrorizzata, ricordo di tutte quelle mani su di me ad aggiustarmi i vestiti. Non avevo idea di ciò che stavo facendo, ho scritto quella canzone ma non mi sentivo davvero così, è stato tutto un simulare, ora invece ho più sicurezza in quello che faccio

Il nuovo album di Meghan Trainor merita decisamente un ascolto, un cambio di sound coraggioso che la vede confrontarsi con stili completamente diversi.

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook