ZUCCHERO: Partigiano Reggiano è il nuovo singolo

ZUCCHERO: Partigiano Reggiano è il nuovo singolo
Zucchero

Mentre stiamo ancora tutti cercando di capire se Zucchero sia un genio o un scemo, il 24 marzo tutte le radio italiane trasmetteranno in contemporanea alle 20.00 il primo singolo estratto dal nuovo album inedito “Black Cat”, in uscita il 29 aprile in tutto il mondo. Il nome? “Partigiano Reggiano”. Ora diteci voi, noi ancora stiamo decidendo se sia di un trash pazzesco o una pura punta di diamante.

La produzione dell’album va a toccare tre possenti nomi del panorama internazionale: T Bone Burnett (Elton John, Tony Bennett), Brendan O’Brien (Bruce Springsteen, Pearl Jam, Bob Dylan) e Don Was (Iggy Pop, The Rolling Stones). Ma non solo. Sono due le collaborazioni straordinarie contenute all’interno del nuovo lavoro: Bono Vox, front man e cantante degli U2 che ha scritto con Fornaciari “Streets of Surrender S.O.S” in seguito ai tragici eventi del Bataclan di Parigi, e Mark Knopfler alle chitarre che suona sia nel duetto Vox-Zucchero, sia nel brano “Ci si arrende”.

L’album verrà presentato live in antepima mondiale all’Arena di Verona e ricordiamo che quelle del 16, 17, 18, 20, 21, 23, 24, 25, 27 e 28 settembre saranno le uniche 10 serate italiane per tutto il 2016, che vedrà l’artista impegnato in un tour mondiale. Dal 25 marzo “Black Cat” sarà in prevedntia online su piattaforme quali iTunes e Amazon. Nel primo caso ci sarà la possibilità di ottenere subito i due singoli, il sopracitato per le radio italiane e “Voci (Namanama version)” come international hit. Su Amazon invece sarà possibile prendere l’album in tre versioni: cd, vinile e vinile rosso (edizione limitata).

A quanto pare, ancora non è dato sapere il contenuto della canzone, né l’argomento. E nemmeno è così semplice fare delle supposizioni a riguardo visto che stiamo parlando di Zucchero “Sugar” Fornaciari, il re del blues italiano, ma soprattutto quello che quanto a sorprese non si è mai risparmiato. Capace di giocare con musica e parole con una semplicità disarmante, ma soprattutto in grado di rigirare canzoni e note come un calzino, potrebbe parlare davvero di un partigiano oppure addirittura della regina d’Inghilterra. E’ per questo che continuiamo a chiederci: è un genio o uno scemo? Forse non lo sapremo mai, ma una cosa è certa. Lui sì che conosce tutti i segreti del blues.

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook