Esami universitari, ecco le 10 canzoni per affrontarli al meglio

Esami universitari, ecco le 10 canzoni per affrontarli al meglio

Non ci raccontiamo bugie: ci basta una sola lettera e una manciata di pagine di troppo per trasformare la sessione invernale di ogni universitario in una sessione infernale. Ecco a voi una playlist di canzoni che potranno aiutarvi se non a superare gli esami, almeno ad affrontarli con un po’ più di carica e qualche sorriso.

  1. Qualsiasi studente sa che, in proporzione, all’aumentare del carico di lavoro aumentano anche i geni da bradipo all’interno del nostro corpo e la pigrizia prende il sopravvento. Quindi cominciamo col darci una bella svegliata con “Sweet child o’ mine” dei Guns ‘n’ roses.

Ascoltala qui

  1. Alzi la mano a chi non capita mai di ritrovarsi con ancora mezzo programma da fare a 3 giorni dall’esame. Ecco, per tutti noi c’è “The final countdown” degli Europe- per ricordarci che ci manca troppo poco e quelle duemiladuecento pagine non si leggeranno mai da sole.

Ascoltala qui

  1. Anche col pigiama di pile, le occhiaie, il sonno sotto le ascelle e la felpona che ti ha prestato il tuo ragazzo e che non gli hai mai restituito, anche se sei alla frutta e ti aggiri per casa come uno zombie… lo sai, non puoi mollare proprio ora. “The show must go on”, ragazzi miei, chiedetelo ai Queen.

Ascoltala qui

  1. Se pensi al professore ti si stringono le chiappe? Se a guardare le pagine del libro hai un brivido di terrore? Be’, te lo insegna Eminem con la sua meravigliosa “Not afraid”.

Ascoltala qui

  1. E se qualcuno di voi avesse bisogno di un po’ di emozione che, si sa, durante le sessioni viene soppiantata per lo più dall’Ansia con la a maiuscola, “Oggi sono io” nella versione di Mina è sicuramente ciò che state cercando.

Ascoltala qui

  1. Per chi ha problemi di insonnia e non riesce mai a dormire, c’è Gary Jules che con la sua voce meravigliosa e rilassante ci racconta di questo “Mad World”.

Ascoltala qui

  1. Lo siamo tutti, non c’è bisogno di ulteriori spiegazioni: “Zombie”, The Cranberries

Ascoltala qui

  1. Un po’ di sana brassband non fa mai male, nemmeno in sessione! E siccome la maggior parte di noi appena finiti tutti gli esami andrà di certo a finire in riabilitazione agli alcolisti anonimi, per ora ascoltiamoci un’Amy più sobria: “Tears dry on their own”.

Ascoltala qui

  1. In pochi la conosceranno, in molti la dedicheranno ai professori dopo aver dato un’occhiata al testo. Il titolo è tutto un programma: “Karma” della fantastica Joss Stone.

Ascoltala qui

  1. Capita, lo sappiamo tutti, di rimpiangere per qualche minuto gli esami di maturità, in momenti di scarsissima lucidità mentale. La verità è che saremo sempre un po’ “Immaturi” e Alex Britti, come sempre, non ne sbaglia una.

Ascoltala qui

Buona sessione infernale… ops, invernale a tutti!

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook