Rocco Hunt passa per Bob Marley nel suo nuovo singolo “Vene e Vvà”

Rocco Hunt passa per Bob Marley nel suo nuovo singolo “Vene e Vvà”
Rocco Hunt pubblica il nuovo singolo "Vene e Vva"

Rocco Hunt pubblica il nuovo singolo "Vene e Vva"
Rocco Hunt pubblica il nuovo singolo “Vene e Vva”

Il poeta urbano Rocco Hunt è tornato, dopo il disco di platino con “A Verità 2.0” e una tournée estiva di successo, è il momento di ripartire con del materiale nuovo. E così si avvicina un nuovo progetto discografico anticipato da un nuovo singolo in rotazione radiofonica e digitale, da oggi 4 settembre 2015.
Si chiama “Vene e Vvà”,  un brano di denuncia sociale, proprio sul classico stile di Rocco Hunt, che non grida allo scontro ma a valori etici e morali.

Con un riferimento chiaro, il brano passa per il mito di Bob Marley, la voce di Kingston Town, attraverso il quale racconta di un sistema corrotto, dei morti negli stadi, del mare distrutto, del tempo sprecato guardando il cellulare e non parlando più, di questa vita che ci ruba il tempo. Ma Rocco non dipinge un quadro solo di negatività, come sempre riesce a donare la positività di un giovane d’oggi, capace di sognare di cambiare le cose.

«“Vene e Vvà” perché “tutto viene e tutto va” – racconta Rocco Hunt – in particolare le cose materiali, che stanno portando il mondo alla sua distruzione, mentre restano solo i principi dell’uomo, tramandati di generazione in generazione».
Il video stesso è evocativo, già disponibile su Vevo, Rocco si risveglia in un futuro dove il mondo ha distrutto il pianeta, a solo poche ore dalla sua uscita ha già raggiunto le 30.000 visualizzazioni.
La produzione è ancora di Takegi&Ketra che firmano la musica e il testo a cura dello stesso Rocco, con il flauto di Enzo Avitabile e i cori di Emiliano Pepe.

Il brano anticipa il nuovo album di Rocco Hunt, in uscita nei prossimi mesi, di cui ancora è stato reso noto ben poco, bisognerà aspettare ancora un po’ e tutti i fans potranno iniziare il conto alla rovescia.

Marco Rimmaudo
4 settembre 2015

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook