Metallica: un fumetto per raccontare le tappe fondamentali della loro carriera

Metallica: un fumetto per raccontare le tappe fondamentali della loro carriera

metallica118-600x330E chi non ne ha mai sentito parlare? Sono una delle band metal più conosciute e longeve del mondo e hanno alle spalle una carriera di tutto rispetto. Non è da tutti avere un pubblico tanto eterogeneo come il loro, hanno suonato in tutto il mondo e sono resistenti a qualsiasi tipo di critiche.

Stiamo parlando dei Metallica, ovviamente, nati nel 1981 per volere del batterista Lars Ulrich, membro stabile della band fin dagli esordi. Un gruppo di tutto rispetto che ha portato in auge la propria carriera senza particolari intoppi tecnici e che ancora oggi resta sulla cresta dell’onda grazie ad un minuzioso lavoro di adattamento musicale col passare degli anni.

L’evoluzione da “Kill ‘em all”, primo album in assoluto, pubblicato nel 1983, a “Death Magnetic” del 2008 ha portato con sé numerosissime disapprovazioni sia di pubblico che di critica, ma anche e soprattutto da parte di altre band come Manowar e Slayer. In effetti, tecnicamente, il salto più evidente lo si ascolta già tra il primo album e “Ride the Lightining”, sia musicalmente che letterariamente. Infatti, dopo canzoni come “Seek and Destroy” o “Metal Militia” tipicamente trash metal anche nei testi distruttivi e autoreferenziali, scrivono appena due anni dopo “Escape” e “Fade to black”, inserite in un album che contiene tematiche molto più impegnate e politiche, che poi li caratterizzeranno per tutta la carriera.

Ed è proprio alla luce di questi 30 anni e più di celebre musica che la StormFront Media, piccola casa editrice di Portland, Oregon, ha pubblicato una biografia a fumetti della storia dei Metallica chiamata “Orbit: Metallica”, disponibile con due diverse copertine, disegnate da David Frizzel, già collaboratore degli Avenged Sevenfold; le 28 pagine interne sono invece state curate da Jayfri Hashim.

Un modo divertente e curioso per celebrare ciò che, alla luce dei loro splendidamente guadagnati 34 anni di carriera, sembra essere semplicemente la realtà dei fatti. Chapeau per i Metallica, quindi, che sono a tutt’oggi una delle band metal più conosciute, influenti e seguite di tutti i tempi. Tecnicamente eccellenti, capaci di canzoni aggressive e ballad dense di significato, testi intensi e ritmiche da paura, la band capitanata da James Hetfield si distingue da molti altri gruppi metal degli anni ’80 non solo per la longevità, ma soprattutto per l’innata capacità di trascinare con sé una quantità di pubblico impensabile per chiunque altro.

di Martina Simonelli

19 agosto 2015

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook