Panariello e Spandau Ballet, i superospiti dell’ultimo minuto al Festival di Sanremo

Panariello e Spandau Ballet, i superospiti dell’ultimo minuto al Festival di Sanremo

spandauballet_01Sembra proprio che le novità per questo Sanremo 2015 non finiranno mai, minuto dopo minuto si aggiungono conferme ufficiali di superospiti presenti alle serate.

E proprio nelle ultime ore arrivano annunci su annunci e nomi che allungano la lista dei tanti superospiti di questo 65° Festival della Canzone Italiana, forse saranno gli ultimi, forse no ma basta pronunciarli per attirare l’attenzione, nel bene e nel male.
Il conduttore nonchè direttore artistico Carlo Conti è fiero di accogliere sul palco due grandi: Giorgio Panariello e Spandau Ballet, totalmente diversi fra loro e ognuno “grande” a suo modo.

I primi, gli Spandau Ballet sono una band simbolo degli anni 80′ con 25 milioni di copie vendute e ben 25 hit parade in classifica arriveranno a calcare il palco del Teatro Ariston di Sanremo nella terza serata ma non sono nuovi alla kermesse, perchè gli Spandau già nel 1985 furono ospiti del Festival, diciamo che troveranno l’ambiente un po’ “cambiato”.

Il secondo è Giorgio Panariello, dopo la conduzione di Sanremo nel 2006 al fianco di Ilary Blasi e Victoria Cabello, ritorna in terreno sanremese ospite dell’amico Carlo Conti, orgoglioso di condividere anche quest’esperienza con il compagno di sempre e dice «E’ uno dei fuoriclasse della comicità, che ha dimostrato negli anni di essere un numero uno, come showman e attore, in tv, al cinema e in teatro. Siamo due toscani, eppure, curiosamente, ci siamo conosciuti a Vibo Valentia nel 1985, in una trasmissione Rai, in cui Giorgio faceva l’imitazione di Renato Zero e io lo presentavo. Da lì, abbiamo fatto nascere tanti dei suoi personaggi, in oltre dieci anni delle trasmissioni “Aria Fresca” e “Vernice Fresca”, in perfetto equilibrio tra spalla e comico. Insomma, abbiamo pedalato tanto sullo stesso tandem, in questi 30 anni insieme!». Un altro tandem su cui pedaleranno insieme è proprio quello del Festival.

Siamo agli inizi ormai, le attese sono finite e noi siamo pronti a seguirlo con voi.

Marco Rimmaudo
8 febbraio 2015

 

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook