Intervista a Cixi: “Alla faccia di chi non crede in noi giovani”

Intervista a Cixi: “Alla faccia di chi non crede in noi giovani”

CIXI-intervistaE’ giovanissima, ha soltanto diciotto anni ma dimostra una maturità davvero ammirevole, parliamo di Cixi l’ex concorrente di XFactor 2012 che è tornata nel panorama musicale dopo un anno di attenta ricerca musicale internazionale.

Da venerdì 13 giugno, è in rotazione radiofonica “Alla facciail nuovo brano inedito della cantante torinese, all’anagrafe Eleonora Bosio, disponibile in digital download e sulle principali piattaforme streaming.

Dopo essersi fatta conoscere grazie al canale Youtube CixiChannel e al blog 600cl, dopo essere giunta in finale nell’edizione di XFactor 2012 sotto la direzione artistica di Elio, Cixitorna con  un brano inedito e un nuovo look.

Alla faccia” è un brano pop dal sapore internazionale, un inno alle imperfezioni che ci caratterizzano e che ci devono far sentire orgogliosi. Prodotto da Ugo Venturino, il brano è stato registrato presso lo studio VillaSara Music House con musica di Alex Bagnoli e testo di Marco Baroni e Alex Bagnoli.

L’abbiamo intervistata per voi in occasione dell’uscita del singolo, una chiacchierata con una delle più promettenti giovanissime artiste in Italia.

Ciao Cixi! 

Sei giovanissima e già con un progetto musicale tutto tuo, come nasce il tuo interesse per la musica?
Io ho iniziato a cantare da piccolissima le sigle dei pokemon mentre mia madre preparava il risotto, crescendo la passione è aumentata sempre di più ed io sono una ragazza molto curiosa quindi sono partita alla ricerca ed ho aperto un canale su youtube e successivamente partecipato ad XFactor.

Sei stata concorrente e finalista di XFactor 2012, come vive una 16enne l’esperienza di un talent?
Il talent credo che a 16 anni sia una delle esperienze più grandi e meravigliose del mondo, un paese delle meraviglie, ti senti parte di qualcosa di veramente enorme, sei in un giro di persone che fanno ciò che ami e lo fanno 24 ore al giorno.
Io l’ho vissuta con tanta serenità e positività, credo che siano queste le chiavi per superare la vita e soprattutto esperienze forti come quella di un talent.

La tua giovane età pensi ti abbia fatto sentire di più la pressione o non ha pesato molto?
La mia età è stata da una parte un pregio perchè a quell’età la vivi con molta più spensieratezza ma dall’altra parte forse un po’ un difetto perchè era la mia prima volta da sola a Milano, non ero mai stata così tanto fuori casa senza famiglia o comunque persone che conoscevo.

Qual è stato il momento di maggiore soddisfazione nel programma?
Il momento più bello in assoluto è stata la quarta puntata, quando ho cantato Turning Tables di Adele dedicandola al ragazzo che amavo in quel periodo, lo ricordo come se fosse ieri, proprio qualche giorno fa mi sono rivista in quell’esibizione e ho avuto davvero i brividi.

Dopo due anni di lavoro, adesso in uscita il tuo nuovo singolo “Alla faccia”, com’è stato lavorare a questo pezzo che ti mette di nuovo in gioco?
“Alla faccia” è nato da un progetto che mi hanno fatto ascoltare Marco Rogni ed Alex Spagnoli qualche tempo fa di cui mi sono totalmente innamorata stavo vivendo un periodo particolare perchè mi ero appena lasciata con il fidanzato, ovviamente nella vita dell’artista si devono anche calcolare queste disavventure, ma si tratta di esperienze perchè a 18 anni sono solamente esperienze…così ho deciso di scrivere una parte del pezzo poi si è aggiunto un mio amico dall’Inghilterra che ci ha dato delle sonorità un po’ diverse e da lì è nato questo mix micidiale.

A cosa ti senti di dover dire “Alla faccia”?
E’ una rivendicazione personale, per tutte quelle persone che non credono in noi ma in senso a lato a chi non crede nei giovani, questo è il messaggio personale del singolo, il brano punta a trasmettere ai ragazzi che noi abbiamo le potenzialità per spaccare il mondo e questa è una cosa molto importante che a volte noi giovani ci dimentichiamo, se vogliamo possiamo fare tutto, il pezzo cerca di dire questo, alla faccia di chi non crede in noi, noi possiamo conquistare il mondo.

Un brano positivo che vuole un po’ abbattere gli stereotipi della società, cosa significa oggi per un giovane essere diversi?
Secondo me significa non sentirsi accettato, sentirsi stretto nei vestiti che porta ed è una cosa bruttissima perchè ognuno di noi è bello proprio perchè è diverso, proprio da questa “diversità” si arriva poi a fare qualcosa di grande nella vita, voglio fare capire alle persone che si sentono inadeguate che in realtà sono meravigliose, la loro “stranezza” può soltanto far bene alla società di oggi, c’è bisogno di dare uno schiaffo pazzo a tutto quanto.

In uscita il tuo nuovo album, cosa racconterai? In quanto a temi e generi musicali.
L’album è ancora in lavorazione ed ancora stiamo decidendo cosa poi entrerà definitivamente all’interno.
Per adesso a breve uscirà il disco ufficiale di “Alla faccia”, sempre continuando con l’orgoglio di essere diversi e di sentirsi parte di qualcosa di grande, poi arriverà l’album che sarà molto Cixi-adesso con i capelli rosa che danno già un’idea del cambiamento, sperimenteremo molti sound internazionali e sarà un grande mix di generi molto interessante.
Ciò che continuerò a fare è continuare sul tema della diversità, il nostro intento è quello di sensibilizzare i giovani, per questo ci daremo molto da fare, riguardo ai testi ce ne saranno anche di altri tipi, per esempio l’amore ci sarà sicuramente!
L’album ruoterà intorno all’essere orgogliosi di quello che siamo, in qualsiasi evenienza lottando per ciò che vogliamo.

E mentre l’album è in work in progress, hai già qualche progetto futuro?
Sicuramente a breve uscirà un contest, un’unione tra moda-fashion e musica legato sempre ad “Alla faccia”, partiremo con una tournè in Italia di promozione, le date sono in programmazione proprio in questo periodo e presto verranno pubblicate sulla mia pagina facebook.

Oltre ad una cantante, sei un’attenta studiosa di moda, come fai a conciliare le due arti?
Cerco di unire la musica e la moda all’orgoglio di essere noi stessi, è un tema che mi sta molto a cuore per questo voglio portarlo avanti sempre, io ho fatto anche la fotomodella nonostante sia una 46, non c’è niente di male.
Bisogna introdurre questo pensiero non solo nella musica ma anche nel fashion, soprattutto in Italia perchè a volte la questione viene vista da lontano, sembra che tutto questo ci sia solo all’estero, ci sono tante ragazze con disturbi alimentari, noi cerchiamo di sensibilizzare per far rendere conto a tutte loro che sono belle così senza cambiare peso o carattere.

Secondo una giovane come te, come può un ragazzo introdursi nella musica da zero?
A me la strada del social network ha aiutato moltissimo ma per qualsiasi cosa credo che ciò che conta di più sia la coerenza con se stessi, quando una persona dall’altra parte vede che la tua musica è coerente con te, hai vinto perchè sei vero senza bisogno di sovrastrutture o cercando di emulare qualcos’altro, se si è se stessi con la musica che si fa, si va lontano.

Non resta che aspettare il nuovo album, per tutte le news e le date dei concerti potete consultare la pagina facebook ufficiale Cixichannel.

Paolo Marco Rimmaudo
28 giugno 2014

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook