Sanremo 2014: Cronaca della seconda serata

Sanremo 2014: Cronaca della seconda serata

Fabio-fazio-sanremoAnche la seconda serata del festival è finita, più sobria della prima e con altrettanti momenti di grande emozione con la musica ed i superospiti Claudio Baglioni, Franca Valeri e Rufus Wainwright.
Ora abbiamo un quadro completo dei Campioni e di un parziale delle Nuove Proposte.
Ecco nel dettaglio cos’è successo sul palco del Teatro Ariston:
La serata ha inizio in punta di piedi, stavolta senza particolari interruzioni, con un tributo ad Alberto Manzi presentato da Fabio Fazio, il maestro elementare che in tv insegnò l’italiano a milioni di telespettatori, è un emozionato Claudio Santamaria a leggere una lettera scritta dal professore, un inizio molto toccante.
le gemelle kesslerLe Gemelle Kessler si esibiscono insieme a Luciana Littizzetto in uno dei loro stacchetti, seguendo il filone della sera prima con la Carrà, altre due icone immortali della tv italiana.
E’ il momento dell’inizio della gara.

INIZIA LA COMPETIZIONE
Sistema di votazione 50% pubblico da casa e 50% Giuria Stampa

Francesco Renga apre con “A un isolato da te” di R. Casalino.
Sorregge bene il peso del “primo della lista” con una buona interpretazione, la canzone non è affatto male si adatta bene allo stile dell’artista, mettendo in luce le sue qualità vocali.
La seconda è “Vivendo Adesso” di Elisa Toffoli.
Con un ritornello ricco di orchestrazioni che porta la firma di Elisa ed un testo che merita un secondo ascolto e sarà un piacere poterla riascoltare.
Ad annunciare la canzone vincitrice tornano le eleganti Gemelle Kessler, a passare il turno è Vivendo Adesso.
Poi viene il turno di Giuliano Palma con “Così lontano” di N. Zilli, C. Ciappelli e A. Flora.
Si nota la contaminazione della Zilli, ha un’atmosfera molto estiva ed un arrangiamento curato, Palma sotto i suoi soliti occhiali neri si diverte ed ammicca con il pubblico.
Segue “Un bacio crudele” di C. Valli, F. Merigo e G. Palma.
E’ decisamente un pezzo da ballare, il ritmo lo impone, una proposta molto solare e coinvolgente tanto da far “giocare” con l’asta del microfono il concorrente.
Di recente medaglia di bronzo a Sochi 2014, Il Presenter di Giuliano è Armin Zooeggler, campione di slittino italiano annuncia la finalista “Così Lontano”.
Fabio-luciana-seconda-serataUn attimo di pausa dalla gara Fabio Fazio e la Littizzetto in un divertente e piacevole scambio di esempi di bellezza.
Si prosegue con Noemi con “Un Uomo è un albero” di R. Casalino, M. Mancino e D. Faini.
Una canzone dal ritmo ed un ritornello memorabile arricchito da un bel coro di voci, energica si contraddistingue dal suo semplice modo di fare in stile “mi voglio divertire”.
La seconda proposta è Bagnati dal sole di V. Scopelliti, R. Frenneux e Caroline Ailin.
Più nello stile della cantante con un leggero uso di elettronica, la prima volta nella kermesse in cui si vede la platea con le mani in alto per un Campione, riesce davvero a trasportare quest’ultima scelta.
La presenter di Noemi è la giovanissima Cristina Collu direttrice del Museo d’arte di Rovereto, risentiremo Bagnati dal Sole.
Renzo-Rubino-seconda-serataLa gara prosegue con Renzo Rubino ex Nuove Proposte con Ora di Rubino, A. Rodini.
Premio della Critica 2011 al Festival, ha un brano ritmato e suonato al piano dallo stesso Rubini, ironico e con dei “coretti” molto vintage che rendono ancora più assurda l’atmosfera del pezzo.
La seconda è Per sempre è poi basta di A. Rodini e R.Rubini.
Si discosta completamente dalla prima, un’insolita ballad cantata quasi a mezzavoce, il finale è un crescendo che fa scoppiare la platea in un applauso fragoroso. L’interpretazione del cantante è stata molto intensa.
La presenter di Rubino è la bellissima modella ed attrice Kasia Smutniak, “Ora” passa il turno.
Fa il suo ingresso Franca Valeri, la sua prima volta al Festival, nonostante anni di grande televisione e teatro, proponendo il famoso personaggio de “La Sora Cecioni”, il pezzo gira intorno al desiderio di conoscere la Littizzetto, il pubblico in religioso silenzio è attento e profondamente commosso.Valeri-Littizzetto-seconda-serata
La conduttrice poi fa il suo ingresso in una versione moderna della Sora con smartphone ed un linguaggio tipicamente suo ma una volta concluso Fabio Fazio ringrazia l’attrice per esserci stata e il pubblico si alza in piedi per un abbraccio simbolico alla Valeri, è emozione per tutti.
RIPARTE LA COMPETIZIONE
Non era mai più tornato al Festival dai tempi di Vorrei incontrarti fra cent’anni, è Ron a proseguire con “Un Abbraccio Unico” di R. Cellamare.
Domina un pianoforte nella melodia e si riempie nel finale, il brano ha un sapore d’altri tempi, un po’ un richiamo alle passate edizioni.
La seconda è “Sing in the rain” di R. Cellamare e M. Del Forno
Un miscuglio di colori musicali, swing, folk e toni molto internazionali, nella prima trovavamo più l’impronta italiana, questa sembra essere indirizzata verso un pubblico diverso, dovevamo aspettarcelo anche solo dal titolo.
Il Presenter è il giornalista e scrittore Gianantonio Stella, “Sing in the rain” la risentiremo questa sera.
Dopo un’attesa di quasi trent’anni, torna a calcare il palco del Festival di Sanremo Claudio Baglioni che si esibisce con “Questo piccolo grande amore” la canzone presentata nel lontano 1985 e in un medley di “E adesso tu”, “Strada facendo”, “Avrai” e per concludere in bellezza con “Mille giorni di te e di me”, nella voce si sente l’emozione ma questo non preclude una straordinaria ed acclamatissima performance.claudio-baglioni
Segue un discorso sulla musica, il cantante vorrebbe che ce ne fosse di più nella manifestazione, perchè durante l’anno si parla di tutto il resto, non possiamo che essere d’accordo.
Baglioni poi saluta il pubblico sanremese con l’ultima “Con voi”, speriamo di rivederlo al più presto su quel palco, Fazio gli propone la conduzione dell’anno prossimo.

RIPARTE LA GARA
L’ex cantante dei Tiromancino Riccardo Sinigallia prosegue la gara con Prima di andare via di R. Sinigallia, F.Gatti.
Un delicato ma intelligente pezzo d’autore, l’emozione anche se non è il primo in gara c’è, ma si allenta durante la fine ottenendo un buon risultato.
La seconda è “Una rigenerazione” di R. Sinigallia e F. Gatti.
Arrangiamento molto particolare, prima un basso poi una spruzzata di elettronica, il titolo “Una rigenerazione” viene ripetuto in modo ridondante ed aggiunge ulteriore musicalità.
La presenter di Sinigallia è la pallavolista Veronica Angeloro ed annuncia la canzone finalista “Prima di andare via”.
Ultimo artista in gara è l’ex-frontman delle Vibrazioni Francesco Sarcina con “Nel tuo sorriso” di F. Sarcina.
Non si può non pensare alla band, questo brano dalle forti orchestrazioni è dedicato al figlio Tobia, che viene ringraziato a fine canzone.
In questa città di F. Sarcina.
Una pop rock interessante, l’uso della chitarra è diffuso in questo pezzo, l’artista sembra non sentire minimamente la pressione della gara tanto che a fine brano scatta foto da pubblicare sui social network.
Il campione olimpionico Clemente Russo è il Presenter di Sarcina, la canzone che passa al giovedì è “Nel tuo sorriso”.
rufus-sanremoAdditato dalla critica e soprattutto dalla comunità religiosa per le famose esibizioni blasfeme arriva all’Ariston Rufus Wainwright con la sua “Cigarette and Chocolate Milk”, niente scenografia, un piano ed un microfono.
E’ un artista libero, che ha lottato per essere se stesso, ha fatto outing e lo racconta molto commosso. Si esibisce ancora con “Accross the Universe” e poi saluta il pubblico.
VIA ALLE “NUOVE PROPOSTE” IN GARA
50% Voto da casa e 50% Giuria Stampa
Diodato apre la categoria Nuove proposte con Babilonia da lui stesso scritta.
Torna l’emozione del “primo della lista”, Diodato ha una canzone rock che risulta molto orecchiabile.
Continua Filippo Graziani, il figlio di Ivan Graziani con “Le cose belle” di cui è autore.
Una canzone molto coinvolgente e ricca, l’interpretazione un po’ meno e curiosi di risentirlo presto in finale.
E’ il turno della prima e unica donna delle nuove proposte, Bianca con Saprai.
Il testo non è dei più intensi ma il brano è aiutato dall’interpretazione particolare della giovane, anche se a primo impatto risulta fragile in confronto alle altre.
DiodatoA chiudere la gara è Zibba, autore di recente del successo “La vita e la felicità” insieme a Ferro, canta Senza di te.
Un pezzo più recitato che cantato ma l’interpretazione dà le ottime basi per un successo, di sicuro la ritroveremo in finale.
Il verdetto finale decreta DIODATO e ZIBBA come finalisti della Sezione Nuove Proposte.
Continuate a seguire le pagine di 2duerighe per la Cronaca delle serate ed importanti novità!

Paolo Marco Rimmaudo
20 febbraio 2014

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook