Riparte a grande richiesta l’Amo Tour di Renato Zero

Riparte a grande richiesta l’Amo Tour di Renato Zero

foto-renato-zero-amo-tourSi è conclusa lo scorso 22 dicembre 2013 la prima parte dell’ “AMO TOUR” di Renato Zero con 48 concerti in tutta Italia ed un pubblico di oltre 300.000 la spettatori, un tour nei maggiori palasport italiani che ha registrato un tutto esaurito in ogni città toccata.

Il grande successo e la numerosissime richieste da parte del pubblico hanno costretto l’organizzazione a prolungare la tournée fino a febbraio 2014 chiudendo con un Gran Finale.

Arriva l’AMO Tour parte II con undici nuove date per soddisfare i fan e gli appassionati che promettono un altro tutto esaurito, imminenti quelle di Brescia alla Fiera il prossimo 1 febbraio 2014 e a Milano al Mediolanum Forum il 4 e 5 gennaio (elenco completo a fine articolo).

Un concerto che è uno spettacolo, grandi scenografie e giochi di luce degni dei più grandi live show internazionali, elementi che fanno da cornice ed un’orchestra di 34 elementi, un nutrito corpo di ballo e al protagonista indiscusso della serata: Renato Zero.

Un artista senza tempo che dopo anni di eccellente carriera è capace di riunire generazioni diverse tutte sotto lo stesso palco dove suonano i più grandi successi dell’artista accompagnati da quelli più recenti tratti da AMO capitolo I e II dando vita a standing ovation interminabili e momenti di grande emozione.

Intanto in radio passa con altrettanto successo il nuovo singolo “Sia neve” tratto dall’ultimo lavoro di Zero, in rotazione dal 27 dicembre 2013 in attesa del live, di un Gran Finale che si preannuncia unico nel suo genere.

Di seguito le date della tournèe:
01-02-2014            BRESCIA – FIERA
04/05-02-2014       MILANO – MEDIOLANUM FORUM
07-02-2014            BOLOGNA – UNIPOL ARENA
10/11-02-2014       FIRENZE – NELSON MANDELA FORUM
13/15/16-02-2014  LIVORNO – MODIGLIANI FORUM
18-02-2014           ANCONA – PALA ROSSINI
21-02-2014           MANTOVA –  PALA BAM

Paolo Marco Rimmaudo
30 gennaio 2014

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook