Le più belle arie della musica lirica nel cuore di Roma

Le più belle arie della musica lirica nel cuore di Roma

I virtuosi dell'opera di RomaLontano dai soliti itinerari formato cartolina tipici di un turismo mordi e fuggi, lontano dai chiassosi tour di massa, Roma riesce ancora ad regalare sprazzi di intima bellezza, angoli privati e nascosti, piccoli scrigni contenitori di grandi tesori.
Tale è il caso della chiesa anglicana di San Paolo entro le mura, primo luogo di culto non cattolico ad essere costruito a Roma dopo l’unità d’Italia. La chiesa, realizzata tra 1873 e il 1880, offre al visitatore delizia non solo per gli occhi, grazie all’armonia delle sue forme romanico-gotiche, ma anche al suo udito, colpito con piacere dalla magnifiche note che vibrano forti al suo interno.
San Paolo entro le mura infatti, oltre a luogo di svolgimento della liturgia, sarà la sede per tutto il mese di Ottobre e Novembre delle performance dell’orchestra “I Virtuosi dell’opera di Roma”, i quali si cimenteranno per il piacere del pubblico nell’esecuzione delle più belle arie di musica lirica.
I capolavori, appositamente selezionati per l’occasione, di Rossini, Verdi e Mozart risuonano poderosi all’interno della chiesa, tra gli alti e splendidi mosaici in stile bizantino dell’abside, regalando agli spettatori un connubio emozionante tra esperienza uditiva e visiva. Due i diversi programmi che si alterneranno nel corso dello svolgimento degli spettacoli canori, con date diversificate dedicate appositamente all’una o all’altra programmazione.
L’esecuzione canora è splendidamente accompagnata dalle note del pianoforte. Da segnalare tra le arie scelte per l’occasione alcune tra le più apprezzate e conosciute, tra cui Ella mi fu rapita del Rigoletto o Non più andrai farfallone amoroso delle Nozze di Figaro. Sarà possibile assistere ad i concerti nella chiesa di San Paolo fino al 30 Novembre, ultima data disponibile nel programma.
Il concerto è consigliato sia per gli appassionati di musica lirica, sia per i neofiti, i quali si avvicinano per la prima volta al genere lirico.

Damiano Rossi(Roma)
10 ottobre 2013

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook