Rock, elettronica e cantautorato: Alma è il nuovo album di Ruggeri

Rock, elettronica e cantautorato: Alma è il nuovo album di Ruggeri
Enrico Ruggeri. Foto di Angelo Trani

Pioniere del punk in Italia con i Decibel, solista di successo ma anche autore e conduttore radiofonico. L’inarrestabile Enrico Ruggeri vive una perenne stagione di fermento artistico. Da oggi ascoltiamo il suo nuovo album di inediti dal titolo Alma al quale seguirà un tour in partenza il 4 aprile che vedrà il cantante milanese esibirsi fra club e teatri di tutta Italia. 

Il nuovo progetto arriva dopo una pausa di tre anni seguita alla pubblicazione dell’ultimo Un viaggio incredibile. Alma (Anywaymusic / Believe Digital) è stato definito da Ruggeri stesso come «uno dei progetti più importanti della mia vita». Lungi dal giudicare il libro dalla copertina, una nota di merito va alla cover dell’album disegnata dal noto pittore, imitatore e attore Dario Ballantini, da anni grande amico di Enrico.

Alma contiene undici brani, tra i quali il singolo ora in rotazione radiofonica “Come lacrime nella pioggia”. Prodotto da Enrico Ruggeri e Lorenzo Cazzaniga, il disco è stato registrato “live”, in presa diretta, all’Anyway Studio. Non manca all’interno del nuovo progetto una collaborazione di pregio che vede Ruggeri in coppia con Ermal Meta nel brano “Un pallone”.

Enrico Ruggeri, che affonda le sue radici nel punk, in bilico tra rock e synth pop senza mai rinunciare alla melodia, ci fa ascoltare nuove canzoni che testimoniano l’urgenza creativa che lo ha contraddistinto in oltre 40 anni di carriera, in cui ha scritto pezzi di storia della musica italiana, per se stesso, per i Decibel e per altri grandi artisti. Quella di Ruggieri è una carriera costellata da successi segnata da un amore per la musica iniziato nella prima giovinezza. Ad appena 15 anni Ruggeri fonda i Josafat, più tardi Champagne Molotov che fusi con i Trifoglio determineranno la nascita dei Decibel con cui Enrico Ruggeri incide nel 1978 il primo album “Punk”. Il successo arriva nel 1980 quando la band pioniera del genere in italia partecipa al Festival di Sanremo con il brano “Contessa”. Dopo un periodo pop punk, che segna i primi anni Ottanta, dall’84 all’89 il gruppo consolida il proprio successo. Negli stessi anni Ruggeri si afferma anche uno degli autori più ricercati da numerose interpreti femminili, tra cui le più accreditate sono Fiorella Mannoia e Loredana Bertè. 

La sua prolifica attività non dà segni di rallentamento. Alma esce oggi con una track list tutta da gustare, questa la lista completa di brani: Come lacrime nella pioggia, Il costo della vita, Un pallone ft. Ermal Meta, Cuori infranti, Supereroi, Il labirinto, L’amore ai tempi del colera, Il treno va, Il punto di rottura, Cime tempestose e Forma 21.

Il video del singolo Come lacrime nella pioggia  è stato girato a “Marotta, la Città del mare d’inverno”, località delle Marche con cui l’artista ha un forte legame affettivo nutrito fin da quando era piccolo e di cui Ruggeri è cittadino onorario. La città è la stessa che ha ispirato la sua celebre canzone “Il mare d’inverno”.

Dal 4 aprile Enrico Ruggeri si esibirà in tutta Italia per presentare dal vivo “Alma”. Si prospetta un tour con una doppia anima, acustica ed elettronica, in linea con le poliedriche tendenze e i molti linguaggi esplorati dall’artista. La data zero del tour è prevista per il 4 aprile al Teatro Mascagni di Chiusi (Siena) per terminare il 24 maggio al Teatro Colosseo di Torino. 

 

 

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook