Charlie e la fabbrica di cioccolato, a novembre il musical sbarca a Milano

Charlie e la fabbrica di cioccolato, a novembre il musical sbarca a Milano

Il musical campione d’incassi dopo aver appassionato il pubblico mondiale, dal West End si sposta a Milano dove Charlie e la fabbrica di cioccolato compare nel cartellone come protagonista della stagione 2019/2020 (dall’8 novembre al 31 gennaio). 

Ebbene sì, l’8 novembre è il giorno da segnare in calendario. In autunno alla Cattedrale della Fabbrica del Vapore – che per la prima volta in assoluto si mostrerà in un’inedita veste teatrale – un ampio cast porterà in scena la storia originata dalla penna di Roald Dahl (autore per la Disney, per i film di James Bond, e del celebre Matilda). 

L’opera, pubblicata nel 1964, nasce da un ricordo di giovinezza dell’autore britannico. Il celebre marchio inglese Cadbury spediva regolarmente ai collegiali dell’istituto frequentato da Dahl alcuni campioni di prodotti che venivano valutati dagli stessi studenti. Quelli più apprezzati venivano giudicati idonei ad essere immessi nel mercato. 

Il musical prende spunto non solo dal romanzo ma anche dai rispettivi film ispirato ad esso. Primi fra tutti i film “Willy Wonka e la fabbrica di cioccolato” del 1971 con Gene Wilder – ritenuto una delle 50 pellicole cult della storia del cinema – e quello del 2005 con Johnny Depp diretto da Tim Burton che ha incassato circa 500.000.000 dollari.

L’opera ha riscosso grande successo anche sul palco del Theatre Royal di Drury Lane a Londra dove ha debuttato nel 2013 con regia di Sam Mendes (American Beauty, ultimi film di James Bond) restando per quasi quattro anni e raggiungendo il più alto incasso settimanale nella storia del teatro inglese. Dopo lo spostamento a New York, il musical torna in Europa, dove dall’8 novembre Milano sarà l’unica città italiana a ospitare lo spettacolo resident per la stagione teatrale 2019/2020.

Il libretto è di David Greig, autore per la Royal Shakespeare Company mentre le musiche sono di Marc Shaiman e Scott Wittman (Sister ActHairsprayMary Poppins Returns) con l’eccellente supporto di Leslie Bricusse (Premio Oscar, The Candy ManVictor Victoria) e Anthony Newley. Alla regia – dopo i successi dei musical di Mary Poppins, Dirty Dancing, Fame, The Bodyguard – torna con una nuova sfida Federico Bellone che per l’occasione curerà anche la scenografia dello spettacolo.

Qui una carrellata di performer che saliranno sul palco: Christian Ginepro nel ruolo di Willy Wonka, i giovanissimi Jeesee (Gregorio Cattaneo)/Alberto Salve/Alessandro Notari (Charlie Bucket), gipeto (Nonno Joe), Simona Samarelli (Mrs. Bucket), Lisa Angelillo (Mrs. Tv), Russell Russell (Mr. Eugene Beauregarde), Fabrizio Corucci (Mr. Oleg Disalev), Stella Pecollo (Mrs. Glup), Annamaria Schiattarella (Nonna Georgina e regista residente), Roberto Colombo (nonno George), Marta Melchiorre (Veruca Disalev), Davide Marchese (Augustus Glup), Michelle Perera (Violetta Beauregarde), Simone Ragozzino (Mike Tv), Donato Altomare (Jerry), Rossella Contu (Cherry), Robert Ediogu (Mrs. Green), oltre ai membri dell’ensemble Andrea Spata (capoballetto), Federica Laganà, Mary La Targia, Pietro Mattarelli, Antonio Orler, Manuel Primerano e Monica Ruggeri. Il cast si completa con 4 swing (performer in grado di sostituire gli eventuali attori del cast assenti) e 10 musicisti che saranno diretti dal Maestro Giovanni Maria Lori.

I biglietti sono disponibili in prevendita su TicketOne.it e nei punti vendita e nelle prevendite abituali. Lo spettacolo sarà coprodotto con il Comune di Milano.

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook