Concerto Straordinario: Mozart a Milano

Concerto Straordinario: Mozart a Milano

L’ Auditorium Fondazione Cariplo a Milano, giovedì 23 gennaio 2020 ha ospitato un Concerto Straordinario: Mozart a Milano. L‘Insubria Chamber Orchestra, diretta da Giorgio Rodolfo Marini ha suonato per ricordare la venuta di Mozart a Milano il 23 gennaio 1770.

Mozart si esibì a palazzo Melzi davanti al conte Karl Joseph von Firmian, ministro plenipotenziario e governatore generale della Lombardia austriaca, nonché grande mecenate.

In programma, Mozart con la Sinfonia n. 29 in la maggiore, K1 201 (K6 186a), il Concerto in D Major, K 294a (“Adelaide”) per violino e orchestra, dedicato, sembra, dal piccolo Mozart che aveva appena 10 anni, proprio alla principessa Adelaide e la Sinfonia n. 29 in la maggiore, K1 201 (K6 186a).

Ma anche Bach, col Concerto in fa minore BWV 1056 per pianoforte e orchestra e  Felix Mendelssohn-Bartholdy, col Concerto in re minore per violino, pianoforte e orchestra d’archi, MWV O 4.

Il Concerto Straordinario è nato anche per dare l’opportunità al pubblico di vedere e sentire per la prima volta al mondo, il violino originale appartenuto a Maria Adelaide, principessa di Francia che fu fra le donne più influenti durante il regno di suo padre Luigi XV e di suo nipote Luigi XVI, ed era abile violinista.

Il violino è stato ritrovato nel 2019 dal noto collezionista Ing. Carlo Alberto Carutti, che ne ha poi ricostruito l’affascinante storia. Lo strumento è carico di incredibili e inusuali raffinatezze nella sua decorazione. Sulla cordiera si legge inciso nella madreperla l’anno1772, ed il bordo è verniciato di rosso che indica l’appartenenza a componenti della Casa Reale. I violini con bordi neri infatti appartengono a proprietari non appartenenti alla famiglia reale.

La proprietaria è stata infatti Adelaide, fra le donne più influenti di Francia durante il regno di suo padre Luigi XV e di suo nipote.

A suonarlo all’ Auditorium Fondazione Cariplo, Alessandra Sonia Romano, violinista conosciuta internazionalmente, che ha suonato come solista e come violino primo di spalla con molte orchestre fra cui quella della RAI.

Al piano, il pianista Bruno Canino, che ha suonato sotto la direzione di Abbado, Muti, Chally, Sawallisch, Pappano con orchestre come la Filarmonica della Scala, Santa Cecilia, Berliner Philarmoniker, New York Philarmonic, Philadelphia Orchestra, Orchestre National de Paris.

Giorgio Rodolfo Marini ha diretto il Concerto Straordinario nonchè varie Orchestre italiane e straniere. Ricordiamo l’Orchestra dell’Opera Giocosa del Friuli Venezia-Giulia, l’Orchestra Sinfonica”Carlo Coccia”, l’Orchestra Warmia di Polonia, i Virtuosi Moldavi e le Orchestre Filarmoniche di Stato romene di Oradea e di Arad di cui è stato Direttore Ospite.

Concerto Straordinario, Mozart a Milano

Insubria Chamber Orchestra

Giorgio Rodolfo Marini direttore

Alessandra Sonia Romano violino

Bruno Canino pianoforte

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook