Sparatoria Milano: Convalidato il fermo del presunto killer, che risulta aver già ucciso tre volte

Sparatoria Milano: Convalidato il fermo del presunto killer, che risulta aver già ucciso tre volte

arresto-presunto-killer-sparatoria-milanoMILANO – Nel corso dell’udienza per direttissima, tenutasi al Tribunale di Lodi è stato convalidato il fermo con l’accusa di duplice omicidio, per l’uomo arrestato subito dopo la sparatoria di giovedì sera a Milano-Bruzzano, nel corso della quale persero la vita due persone (vedi articolo).
Le indagini proseguono, ma sul suo conto sono già risultati altri tre omicidi, quindi un criminale collaudato, senza scrupoli e violento. Per arrestarlo si era reso necessario che, in ausilio ai due agenti della pattuglia della Polstrada di Guardamiglio (Lodi), intervenissero fortunatamente un automobilista e due camionisti turchi.

L’uomo Z.K. era stato arrestato inizialmente con l’accusa di porto d’armi, ricettazione e resistenza al pubblico ufficiale, col sospetto di essere l’omicida dei due uomimi a Bruzzano, ma nel corso delle indagini la sua posizione si è aggravata perchè è emerso sul suo conto il mandato di arresto internazionale per il triplice omicidio: aveva ucciso nel 2012 in Albania, suo Paese d’origine, un vicino di casa ed i genitori di questo.

Dalle indagini degli inquirenti sembra pure che una delle due persone uccise fosse soltanto un passante non legato in alcun modo all’altra vittima albanese. Quindi potrebbe essere che l’egiziano di 36 anni, sia stato ucciso solo perchè testimone oculare.

Sebastiano Di Mauro
21 settembre 2014

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook