Città della Salute: M5S Lombardia, chiede lo stop in attesa del parere del Capo dello Stato

Città della Salute: M5S Lombardia, chiede lo stop in attesa del parere del Capo dello Stato

PalazzoLombardiaL’azione di contrasto di M5S non si ferma e ritenendo assurda l’idea di edificare la “Città della Salute”, una struttura ospedaliera che si vorrebbe edificare, anche per la cura dei tumori, sulle aree della ex Falk a Sesto San Giovanni, la quale senza blocchi al progetto, sorgerà su di un terreno pesantemente inquinato e su di una falda acquifera ricca di sostanze chimiche pericolose per la saluteoppone il suo fermo NO.
ll sito dove dovrebbe sorgere la “Città della Salute” è tra quelli riconosciuti dallo Stato a più alto rischio sanitario ed ecologico per concentrazione di inquinanti e pericolosità. Nonostante questo, il 25 luglio prossimo, sarà probabilmente sottoscritto l’accordo per l’avvio dei lavori. Saranno coinvolte le istituzioni locali, tra cui la Regione Lombardia, la proprietà dell’area, la Fondazione IRCCS Carlo Besta e la Fondazione IRCCS Istituto dei Tumori.
Con l’intento di giungere ad uno stop definitivo del progetto scellerato,  M5S, ha presentato un’interrogazione al Presidente della Regione Roberto Maroni, e all’Assessore alla Salute Mario Mantovani, dopo aver appreso, da fonti a stampa, della presentazione di un ricorso al Capo dello Stato e di un appello al Consiglio di Stato, da parte dei proprietari dell’area, riguardo agli eccessivi aumenti per i costi della bonifica dell’area.
Silvana Carcano, portavoce di M5S Lombardia, ha dichiarato “Con questa interrogazione chiediamo al Presidente e all’Assessore di Regione Lombardia di verificare se gli atti resi noti dalla stampa rispondono al vero e sono stati effettivamente depositati. Qualora fosse così, in attesa di un eventuale pronunciamento sul tema della più alta carica dello Stato, chiediamo alle parti in causa di bloccare l’accordo di programma del prossimo 25 luglio sulla Città della Salute. Loro non si fermeranno mai. Noi neppure”.

Sebastiano Di Mauro
12 luglio 2013

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook