Festival della Fiaba a Campodimele: un successone con tanti bambini

Festival della Fiaba a Campodimele: un successone con tanti bambini

Emozioni, calore e gioie. Alla fine, vanno via contenti i moltissimi bambini che hanno partecipato al primo giorno del Festival della Fiaba, organizzato anche quest’anno nelle stradine di Campodimele, antico borgo del basso Lazio, in provincia di Latina, trasformato per due giorni in un magico regno delle fiabe, con suggestivi racconti, scene da sogno, angolo sugggestivi per racconti magici (dalle avventure di Pinocchio, Mangiafuoco, il gatto e la volpe fino ai personaggi animali di Esodo, Fedro e La Fontaine.

L’iniziativa è stata portata avanti  dall’Associazione Arcipelago Onlus, presieduta da Angela La Torre e promossa dal sindaco del piccolo comune laziale, Roberto Zannella.

I protagonisti assoluti della kermesse naturalmente sono stati ben 500 bambini; alcuni di età compresi dai 3 e 4 anni, capace di stare in silenzio ed osservare con attenzione la mimica degli attori, ascoltare “narrazioni orali” senza l’uso dei microfoni, osservare le fate,i folletti, i principi e le principesse.

L’edizione 2017 del festival, giunto alla nona edizione, è stata dedicata a Pinocchio e si aperta con un grande spettacolo sotto l’antico Olmo di Campodimele, sempre verde, con le favole di Esodo ed attori vestiti da personaggi da favola. Moltissimi gli attori e i tecnici della Compagnia “I teatrini” nelle principali piazze ed esperti provenienti da altre parti d’Italia per dare un sostanziale contributo al mondo delle fiabe. Molto successo hanno riscosso i laboratori sulla fiaba di Francesco Guerrini, Roberto Vernetti e Giuseppe Enrico che hanno illustrato il mondo fiabesco con burattini, disegni ed oggetti naturali.

Durante la prima giornata sono stati assegnati premi illustri nel campo dell’arte a Sinagra e Correale e delle scienze umane,  a Valerio e Montesarchio.

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook