SULLY | Un altro piccolo, grande gioiello nella carriera di Clint

SULLY | Un altro piccolo, grande gioiello nella carriera di Clint

Per dirigere un film come Sully e poter raccontare al meglio quello che fu definito dai media come il “Miracolo sull’Hudson”, non si poteva sperare in un regista migliore di Clint Eastwood. Perché l’ormai ottantaseienne gigante del cinema sa fin troppo bene come mettere in risalto l’impresa di un eroe che è prima di tutto un uomo, con i suoi dubbi, le sue paure, i suoi sentimenti.

Il 15 Gennaio 2009 a bordo del volo 1549 dell’US Airways ci sono 155 persone, compreso l’equipaggio. Dopo pochi secondi dalla partenza, l’impatto con uno stormo di uccelli distrugge entrambi i motori, facendo perdere spinta al velivolo e lasciandolo planare ad una quota estremamente bassa. Così, il capitano Chesley “Sully” Sullenberger (Tom Hanks) e il suo copilota Jeff Skiles (Aaron Eckhart) in pochi secondi devono prendere una decisione rapida, che segnerà per sempre le loro vite e quelle di tutte le persone sull’A320: con le piste di atterraggio troppo lontane e i grattacieli di Manhattan troppo vicini, Sully opta per un ammaraggio di emergenza sul fiume Hudson, una manovra che non era mai riuscita prima di allora. Grazie alla freddezza del pilota, l’operazione riesce alla perfezione, e grazie al tempestivo intervento dei soccorsi tutte le persone a bordo vengono portate in salvo. Sully viene acclamato dalla gente e dai media come un eroe, ma alcune indagini governative sulla decisione presa in volo minacciano di distruggere per sempre la sua carriera e la sua reputazione.foto1-tom-hanks-e-aaron-eckhart_opt

La forza di Sully non è quella di affrontare con del patriottismo fine a se stesso la vicenda di un eroe americano, piuttosto è quella di raccontare un uomo forte, professionale e professionista, in grado di prendere le decisioni giuste quando le cose vanno male, di risolvere un problema molto più grande di lui senza farsi prendere dal panico. Il capitano Sullenberger, in quei 208 secondi che hanno seguito il birdstrike, ha sicuramente temuto per la sua vita e per quella dei suoi passeggeri, ma senza ombra di dubbio sapeva esattamente cosa fare.

Ciò che costituisce la vera architettura del film è l’altra faccia della storia del “Miracolo sull’Hudson”, quella che il mondo non conosce. Subito dopo l’incidente, infatti, le decisioni del capitano Sully vennero messe in discussione dal NTSB, il National Transportation Safety Board, un’agenzia del Governo degli Stati Uniti che ha il compito di indagare sugli incidenti che avvengono sui mezzi di trasporto. È vero, quando tutto finì il Governo si ritrovò con un costoso mezzo di trasporto nel bel mezzo dell’Hudson, e la volontà di fare luce sull’accaduto è del tutto giustificabile anche vista da fuori: ma nei loro freddi calcoli matematici dimenticarono di inserire un fattore essenziale, la mano esperta guidata dalla mente umana, addestrata nei millenni alla sopravvivenza. E nessuna macchina può anche minimamente mettersi in competizione con una meraviglia del genere.

foto2-clint-eastwood-e-tom-hanks_opt

Quello diretto da Clint Eastwood è un film emozionante, un’analisi accurata e dettagliata della persona di Chesley Sullenberger, dagli iniziali effetti traumatici a seguito dell’incidente fino alla consapevolezza di aver compiuto un grande gesto e di aver salvato 155 anime grazie anche al tempestivo intervento delle squadre di soccorso di tutta New York. Sully mette in mostra la parte migliore che c’è in ognuno di noi, raccontando la buona riuscita di una grande operazione di salvataggio e sottolineando come in caso di emergenza ci sono persone pronte a mettere a rischio tutto quello che hanno per gli altri.

VOTO 8
Dati tecnici di Sully

 TITOLO: Sully
USCITA: 1 dicembre 2016
REGIA: Clint Eastwood
SCENEGGIATURA: Todd Komarnicki
DURATA: 95 minuti
GENERE: drammatico, biografico
PAESE: Stati Uniti, 2016
CASA DI PRODUZIONE: BBC Films, FilmNation Entertainment, Flashlight Films, The Kennedy/Marshall Company, Malpaso Productions, RatPac Entertainment, Village Roadshow Pictures, Warner Bros.
DISTRIBUZIONE (ITALIA): Warner Bros. Pictures
FOTOGRAFIA: Tom Stern
MUSICHE: Christian Jacob e The Tierney Sutton Band
MONTAGGIO: Blu Murray
CAST: Tom Hanks, Aaron Eckhart, Laura Linney, Anna Gunn, Mike O’Malley

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook