Moonlight e Tom Hanks – Giorno 1 – Roma 2016

Moonlight e Tom Hanks – Giorno 1 – Roma 2016

File chilometriche per l’incontro con Tom Hanks aperto al pubblico. Amanti del cinema e professionisti del settore vicini per l’incontro che apre ufficialmente la Festa del Cinema di Roma. Molti giornalisti e accreditati rimangono fuori per mancanza di posti disponibili, suscitando malcontenti e brusii per uno dei momenti più attesi del festival.

All’interno Tom Hanks invece si gode i lunghi applausi di coloro che hanno acquistato il biglietto per poter passare un’ora in sua compagnia. Una sempre affascinante Claudia Cardinale consegna il premio alla carriera al protagonista di film amati da tutte le generazioni quali Forrest Gump, Philadelphia, o il più moderno Inferno.

La conferenza stampa, del mattino invece è durata 40 minuti. Ha visto un Tom Hanks divertito, che si è preso gioco dell’inglese italianizzato quando si parla con cittadini italiani. “Con quale artista italiano vorresti lavorare?” gli è stato chiesto, ma lui nominando di sfuggita Roberto Benigni (prossimo protagonista della festa del cinema di Roma), ha risposto “Qualsiasi persona che abbia una grande idea.”

Ma non è solo Tom Hanks il protagonista del primo giorno dell’undicesima edizione della festa del cinema di Roma. La sezione ufficiale apre le danze con Moonlight, proiettato per la stampa stamattina, ma sul red carpet  con i suoi protagonisti alle 19.00. Il film affronta la vita di un giovane ragazzo e la sua crescita. E’ una riflessione intensa e poetica sull’identità, il senso di appartenenza, la famiglia, l’amicizia e l’amore. Il film racconta la vita di un ragazzo di colore, dall’infanzia all’età adulta, che lotta per trovare il suo posto nel mondo, dopo essere cresciuto in un quartiere malfamato alla periferia di Miami. Il film è diretto e co-sceneggiato da Barry Jenkins al suo secondo lungometraggio dopo Medicine for Melancholy, dramma romantico nominato per tre Indipendent Spirit Awards.

20151023_Moonlight_D08_C1_K1_0121.tif
Moonlight

La vita di un uomo e della sua comunità, atti di bullismo, razzismo sessuale, droga e famiglia. Un film che non vuole dire nulla se non mostrare la vita di un giovane, che può essere cambiata o decisa dalla società.

“Non lasciare che gli altri decidino della tua vita”

Questa a mio avviso è la frase principale di tutto il film, perché dentro di sé è tutt’altro di quello che è diventato

“Moonlight è un film straordinario, che riesce ad essere potente e tenero, realistico e poetico: per me è un grande onore aprire l’undicesima edizione della Festa del Cinema con un’opera d’arte come questa – ha detto il direttore artistico della festa del cinema di Roma Antonio Monda – È un film che andrà lontano e rimarrà nei nostri cuori, e che conferma il grande, sincero talento di Barry Jenkins”

Sul red carpet della Festa, alle ore 19, i due protagonisti di Moonlight, Ashton Sanders, Jharrel Jerome

Stasera alle ore 21.30 diretta ufficiale con Londra per la diretta live del fan event globaleAnimali Fantastici: Ritorno al magico mondo di J.K. Rowling”. In attesa dell’uscita in sala del film “Animali Fantastici e Dove Trovarli” di David Yates, e in contemporanea nelle principali città di tutto il mondo, il pubblico potrà assistere in anteprima ad alcune scene del film e rivolgere domande in diretta ai membri del cast: in collegamento da Londra ci saranno Eddie Redmayne, Katherine Waterston, Alison Sudol, Dan Fogler e il regista David Yates, da Los Angeles Colin Farrell e Jon Voight.

 

 

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook