La La Land – In un mondo magico – Venezia 2016

La La Land – In un mondo magico – Venezia 2016

Venezia – Il film d’apertura del festival di Venezia che è arrivata alla sua settantatreesima edizione è La La Land (in concorso)

mostra venezia 2
Mostra Internazionale d’arte cinematografica – La Biennale di Venezia 2016

Il regista Damien Chazelle, classe 1985, ha dichiarato “Ho voluto realizzare un musical sugli artisti e sui sognatori, e sulle difficoltà di conciliare i propri sogni con i problemi della vita reale. Mi sono innamorato dei musical la prima volta che ho visto i film di Jacques Demy, e da allora non ho più cambiato idea, perché nessun genere riesce a coinvolgermi così tanto”.

In effetti il film d’apertura della mostra internazionale d’arte cinematografica non poteva essere più adatto. Hollywood, una Los Angeles caotica e creativa, i sogni di un’attrice, la passione di un jazzista ci catapultano in un’atmosfera magica.

Un musical più articolato rispetto a quelli che solitamente siamo abituati a vedere, nonostante i numerosissimi omaggi ai musical del passato. Si è affrontata spesso la tematica del “sogno” inteso come voglia di successo nel mondo dello spettacolo, e quasi sempre l’amore vince sulla passione di una carriera scintillante. In questo film non si tratta di vedere cosa sia più importante, ma si abbracciano entrambi gli aspetti. Il partner giusto che sproni e porti avanti il sogno di entrambi con grinta e determinazione è la chiave per un futuro raggiante. Ma è possibile avere tutto?

La La Land
La La Land

LA LA LAND – LA STORIA

La La Land racconta la storia di Mia (Emma Stone), aspirante attrice, e di Sebastian (Ryan Gosling), appassionato musicista jazz, che cercano di arrivare a fine mese in una città famosa nel distruggere le speranze e infrangere i cuori. Ambientato nella Los Angeles di oggi, questo originale musical sulla vita di ogni giorno esplora le gioie e i dolori che si provano nel tentativo di seguire i propri sogni.

landscape-1468420673-la-la-land-4

LA LA LAND – OPINIONI

La La Land parla di L.A. (Los Angeles), La La Land parla di musica con il suo “La La” inserito scientemente nel titolo, La La Land parla di giovani sognatori e di come sia difficile riuscire a raggiungere il proprio sogno. Ed è proprio questa la bellezza del musical, quanto si è disposti a rinunciare pur di arrivare al proprio obiettivo? E quanto contano le opinioni degli altri? Ed è proprio vero che crescere significa rinunciare a ciò in cui si crede?

A volte per andare avanti si snatura un sogno e a volte non si può tornare indietro. Si fanno delle scelte che al momento sembrano banali ma che ci rivoluzioneranno la vita, nel bene e nel male, ma se si rimane fedeli al proprio cuore anche quando si capisce che tutto sarebbe potuto essere diverso, non si avranno rimpianti.

Tra piani sequenza, campi lunghi, flashback, citazioni di Edward Hopper e what if, ci si perde nella visione del regista. Un musical mai banale nonostante la trama si possa inserire nel filone romantico. In una caotica e frustrante Los Angeles in cui Damien Chazelle stesso in conferenza stampa afferma di aver inserito il traffico, la vita delle celebrità e i party per mostrare la vera L.A. e non solo quella di lustrini. Una città che dà tanto ma si ruba tutto, anche l’arte e la cultura se non fa più guadagnare e non è più di moda.

“A Los Angeles venerano tutto, ma non danno valore a niente”
(Sebastian / Ryan Gosling)

Ma è proprio la passione per il jazz di Sebastian e il sogno di Mia che rende roseo quello che è vera lotta.

“Il mondo e le nuove generazioni venerano il cinismo, tutto ciò che è cinico è consentito. – spiega Emma Stone presente qui a Venezia – Questo film vuole dare gioia, speranza, malinconia, ma veri sentimenti”

“I musical parlano anche di una condizione di confine, – continua Damien Chazelle – quel limite confuso tra sogno e realtà, in cui la magia e il quotidiano si fondono l’uno nell’altra. I musical parlano di gioia – quel sentimento che ti fa camminare tre metri da terra quando inizia la musica, quando ti senti davanti un futuro infinito. E parlano anche di malinconia – perché ogni canzone a un certo punto finisce. Ho voluto realizzare un film sui grandi sogni usando il più intenso dei generi. Ho voluto soprattutto raccontare una storia intima, ricca di sfumature, nello stile di un’epopea musicale in cinemascope, e concentrarmi sui sentimenti – il primo rossore dell’innamoramento, il rimpianto per un’opportunità non colta, o la speranza che un sogno possa finalmente avverarsi, che possono rendere così la vita simile a un musical.”

Vorrei sottolineare il monologo di Mia (Emma Stone) sulla difficoltà di diventare un’attrice, un mondo in cui i casting director non rendono facile nessuna interpretazione e come dice la stessa Stone in conferenza “Sono arrivata a Los Angeles quando avevo 15 anni. Devo ammettere che a volte mi hanno umiliato durante i casting ma non sono arrivata ai livelli del mio personaggio. Sono stata fortunata, non sari riuscita ad essere così coraggiosa”

La La Land
La La Land

LA LA LAND – DATI TECNICI

VOTO: 8

TITOLO: La La Land

USCITA ITALIANA: 26 gennaio 2017

DISTRIBUZIONE ITALIANA: 01 Distribution

PAESE E ANNO: Usa 2016

DURATA: 126 minuti

GENERE: Commedia, Musical

REGIA: Damien Chazelle

CON Emma Stone, Ryan Gosling, J. K. Simmons, Finn Wittrock, Sonoya Mizuno,Hemky Madera, Ana Flavia Gavlak, John Legend, Callie Hernandez

LA LA LAND – TRAILER

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook