Alla ricerca di Dory – Divertimento formato famiglia!

Alla ricerca di Dory – Divertimento formato famiglia!

Per festeggiare i trent’anni di attività la Pixar non poteva che regalare al suo pubblico il sequel di uno dei suoi film più riusciti, Alla ricerca di Nemo.

In Finding Dory però, il pesciolino chirurgo femmina che aveva aiutato Marlin a ritrovare Nemo fa i conti con le sue continue perdite di memoria e cerca di ritrovare i genitori, perduti quand’era bambina.

Già da qualche tempo Dory ha infatti dei sogni frammentari e dei déjà vu in cui riaffiorano dei ricordi della sua vita prima dell’arrivo dei due pesci pagliaccio. In particolare tornano a galla (si passi l’eufemismo) tutti quei dettagli sulla sua infanzia con i genitori a Jewel di Morro Bay in California.

Sfruttando una lezione di Mr. Ray sulla migrazione, Dory riesce quindi a convincere Marlin ad aiutarla e, assieme a Nemo, i tre sfruttano la corrente nuotando fino in California. Ma l’avventura deve ancora iniziare tra momenti di crisi, ricordi duri a riaffiorare e nuovi incontri. Su tutti Hank, un polpo rosso conosciuto nella riserva del Marine Institute Life che però ha paura del mare aperto e vorrebbe vivere per tutta la vita in cattività.

Insomma una compagnia d’animali strampalati e divertenti, che fanno un po’ il verso alle fobie degli uomini veri in pieno stile Disney. E non a caso il regista Andrew Stanton (lo stesso di Alla ricerca di Nemo) ricalca i topic del suo precedente lavoro, dando al suo audience di bambini un’altra lezione sulla forza di volontà, sulla caparbietà e l’impegno quali elementi essenziali per raggiungere ciò che si desidera. Sulla scia di Inside Out poi, Finding Dory è anche un film che tiene a cuore il rapporto tra genitori e figli, un cartoon formato famiglia che serve sì a far sognare i più piccini, ma anche agli adulti per rievocare quei momenti d’innocenza ormai perduti.

Negli Stati Uniti Alla ricerca di Dory è stato il film d’animazione con il miglior Opening Week della storia, incassando nel primo fine settimana di programmazione ben 136,2 milioni di dollari.

In Italia si dovrà aspettare fino al 16 settembre per poterlo vedere in sala, ma il successo è assicurato.

Sicuramente renderà meno amaro il ritorno a scuola dei più piccoli. Per noi “giovanotti” invece, semplicemente un tuffo dove l’acqua è più blu, niente di più.

Voto: 6.5 / 10

Trailer:

dal 16 settembre al cinema

Alla ricerca di Dory (Finding Dory)

Produzione: Pixar Animation Studios

Distribuzione: Disney Pixar

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook