In un momento storico come questo, c’è un’evidenza che proprio non possiamo ignorare: il futuro è nelle mani dei giovani. Siamo talmente convinti di ciò che la nostra redazione ha deciso di inaugurare una rubrica nuova, in cui daremo la parola ai più piccoli, chiedendo il loro punto di vista sulle cose che gli succedono intorno ogni giorno. Il nome di questa rubrica sarà Il mondo salvato dai ragazzini, un omaggio ad un classico di Elsa Morante che deve servirci da monito e ricordarci quotidianamente che la saggezza dei più piccoli ci salverà.

Khaby Lame visto dagli occhi dalla redazione dei bambini.

Khaby Lame visto dagli occhi dalla redazione dei bambini.
Khaby Lame

Chi è Khaby Lame?

Khabane Lame è nato nel 2000 in Senegal e vive a Chivasso. Grazie ai suoi video-reaction fatti di linguaggio non-verbale su tik tok in tre settimane ha ottenuto oltre 20 milioni di follower, entrando nella top 100 mondiale. Di seguito ce lo raccontano Matteo e Lorenzo.

Khaby Lame è un tiktoker molto famoso che fa video satirici prendendo in giro persone che a loro volta fanno video in cui mostrano delle azioni quotidiane, come ad esempio indossare degli occhiali mentre si guida, eseguite in maniera molto complessa ed in alcuni casi anche assurdi. A mio parere i video di Khaby Lame sono centomila volte meglio di “striscia la notizia” perché sono molto più divertenti, moderni ed intelligenti.

Quello che lui fa è molto semplice ma geniale, a me non sarebbe mai venuto in mente, eppure non fa altro che far vedere la normalità delle cose e lo fa con gesti semplici, ma simpatici e senza dire una parola. Il fatto di non parlare è importante, Khaby in questa maniera ci dimostra che la maggior parte dei video che girano su you tube e tik tok sono talmente inutili che non serve neppure sprecare una parola per commentare la stupidità in persona.

Khaby che vede tutti giorni la fatica dei suoi genitori che lavorano duramente per farlo crescere ha forse visto davvero tutta l’inutilità di questi video e questo ai miei occhi lo rende ancora più intelligente perché ha trovato un modo semplice e divertente per rispondere a queste persone e tornare alla normalità ed alla concretezza delle cose.

Matteo Rosa, 10 anni

Secondo me Khaby Lame è davvero un tipo forte e suggerisco a tanti ragazzi, se non lo conoscono già, di andarlo a guardare in rete. Khaby è un ragazzo che nella sua testa ha pensato quello che molta gente pensa ma non ha il coraggio di dire o di fare. E’ stato l’unico ad avere il coraggio di prendere in giro tanti video sciocchi che girano online ma di farlo come se mettesse tante persone davanti allo specchio. Realizza delle specie di contro – video su quello che pensa (e fa molto bene) facendo ridere tutti. Io mi congratulo molto con lui perché con queste prese in giro che sta realizzando poteva rischiare di immischiarsi in grossi guai e rimanere da solo, senza neanche un amico, e invece ci ha provato e ci è riuscito. Invece di finire in basso, è riuscito a salire molto in alto. E’ un esempio positivo per tutti. Non so molto su tik-tok, non sono preparato ma una cosa che conosco e non sopporto sono i continui balletti che postano su questo social perché poi sono una vera e propria presa in giro al ballo, quello vero che è molto più bello ed elegante di quelle  mosse continue e insensate con le mani. Se io potessi, chiederei a Khaby Lame di rendere comici proprio quei balletti a modo suo, come solo lui sa fare, per esempio:

  1. con un fotomontaggio quando sporgono il palmo della mano verso destra, potrebbe attaccare il suo video e far finta di aver ricevuto un ceffone.
  1. oppure potrebbe imitarli sbagliando le mosse volutamente.
  1. ancora un’altra opzione con il fotomontaggio che potrei suggerirgli potrebbe essere quella di avvicinarsi alla persona che fa il balletto e impedirgli di usare le le mani o i piedi addirittura!

Lorenzo Cifuni, 9  anni

 

 

“Il mondo salvato dai ragazzini” è un’iniziativa che ha aperto la redazione del giornale alla partecipazione dei bambini su temi adulti d’attualità. Ci interessano commenti e opinioni di tutti i bambini del Pianeta! Se siete interessati a far parte della redazione scrivetemi a [email protected]. Vi guiderò nella stesura della notizia.

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook