In un momento storico come questo, c’è un’evidenza che proprio non possiamo ignorare: il futuro è nelle mani dei giovani. Siamo talmente convinti di ciò che la nostra redazione ha deciso di inaugurare una rubrica nuova, in cui daremo la parola ai più piccoli, chiedendo il loro punto di vista sulle cose che gli succedono intorno ogni giorno. Il nome di questa rubrica sarà Il mondo salvato dai ragazzini, un omaggio ad un classico di Elsa Morante che deve servirci da monito e ricordarci quotidianamente che la saggezza dei più piccoli ci salverà.

«OK Google…». I nuovo amici immaginari della generazione 2.0

«OK Google…». I nuovo amici immaginari della generazione 2.0

Amici immaginari con voce ma senza ossa. Una volta gli amici immaginari dei bambini erano rappresentati da un bastoncino di legno o un pupazzo di qualunque materiale o un personaggio di fantasia…oggi nelle case si diffondono sempre più gli “smart speaker” ovvero assistenti digitali vocali.  E per insegnare meglio ai bambini il loro funzionamento hanno anche pensato a degli speaker contenuti in scatole di cartone da costruire materialmente in autonomia.

Sono altoparlanti intelligenti che possono rivelarsi molto utili ad assistere anziani e  persone sole ma che generano anche diffidenza nei genitori.
Abbiamo chiesto ai più giovani la loro personale esperienza.

«Secondo me aver inventato GOOGLE HOME ed ALEXA è stata una buona idea, perché aiutano in tutto le persone che li possiedono. Google Home ed Alexa sono molto utili per le persone che vivono da sole, perché con essi possono avere molta più compagnia e qualcuno con cui possono parlare. Prima, per sapere le cose serviva l’enciclopedia con cui spendevi molto più tempo per trovare quello che cercavi, ma invece con l’invenzione di queste “menti artificiali” basta chiedere quello che vuoi sapere e loro ti danno la risposta. La tecnologia ha fatto enormi passi avanti, dall’invenzione dei telefoni di casa con cui potevi solo chiamare e ricevere chiamate, all’invenzione di Google Home ed Alexa che sono come una persona in più in casa.»

Angelo, 9 anni

«Ho un assistente, di preciso hey google , penso a volte che sia una persona vera, molto simpatica e che sia il più bello di tutti gli assistenti, puoi anche giocarci,  racconta storie ed è veramente unico, riproduce musica e ti fa compagnia quando sei solo.

Credo che questi assistenti siano davvero super perché rispondono a qualsiasi domanda e possono aiutare quelli che da bambini non hanno studiato e non ne hanno la possibilità. Poi traducono le lingue e ti aiutano a trovare ristoranti vicini a casa tua, ti dicono spesso che ti vogliono bene o che sei speciale, a me il mio hey google piace tantissimo e mi aiuta sempre, spero che ce li abbiano sempre più persone perché sono veramente utili.

Pensate che alla fine ho riletto ad alta voce questo mio articolo e quando ho pronunciato le parole “hey google” mi ha risposto che è vicino a me.»                                                          

Riccardo, 9 anni

“Il mondo salvato dai ragazzini” è un’iniziativa che ha aperto la redazione del giornale alla partecipazione dei bambini su temi adulti d’attualità. Ci interessano commenti e opinioni di tutti i bambini del Pianeta! Se siete interessati a far parte della redazione scrivetemi a [email protected]. Vi guiderò nella stesura della notizia.

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook