Teatro Franco Parenti: Estate 20, riscaldamento teatrale per ripartire in sicurezza

Teatro Franco Parenti: Estate 20, riscaldamento teatrale per ripartire in sicurezza
Fonte: Teatro Franco Parenti

Il Teatro Franco Parenti di Milano riapre alla città con una variegata stagione teatrale estiva Estate 20, in collaborazione col Teatro Maggiore di Verbania. Prosa, musica e danza, una girandola di offerte per soddisfare i gusti diversi, verranno proposti in sicurezza negli ampi spazi aperti e chiusi di entrambi i teatri.

Estate 20 è stata presentata, “in presenza”, con artisti, collaboratori, partner, istituzioni e stampa, in un teatro con le finestre aperte, dove la vita della città intorno entra, insieme all’aria che ravviva.

Tutti con mascherine in Sala Grande quindi, che resta sempre bella  nonostante alcune poltrone siano state tolte e inframezzate da tavoli, nel rispetto delle disposizioni sul distanziamento anti-coronavirus.

Fonte: Teatro Franco Parenti Infiorata

Un’artista-imprenditrice tra dubbi e sfide

Si decide quindi di ripartire per continuare l’opera di tessitura culturale interrotta dal coronavirus. Gli interrogativi però sono tanti, insieme ai dubbi e alla grande ferita dell’invisibilità sistemica del teatro, paradossalmente resa “visibile” dal virus.

Mala signora Schammah, direttrice del Teatro e Grande Signora del teatro italiano, sente anche la sfida, specie ora che la Fondazione Parenti è diventata un’impresa culturale a tutti gli effetti. E la parola “impresa” consente di chiedere prestiti per continuare a fare e investire nel teatro. Cosa assai urgente, prima che prevalga l’idea che lo spettacolo in streaming lo possa sostituire.

Fonte: Teatro Franco Parenti Estate 20

Stasera Si Può Entrare, Fuori 2, riscaldamento teatrale per ripartire in sicurezza insieme. Anche gli spettatori devono riappropriarsi del loro ruolo e del loro piacere di essere testimoni dell’irripetibile.

Ed allora il 18 Giugno, apre la stagione un urlo di speranza: Stasera Si Può Entrare, Fuori 2 (serata ripetuta dal 22 al 25 Giugno e dal 29 Giugno all’1 Luglio). Non è una festa, ma una sorta di “riscaldamento” teatrale. Una serata per scoprire come si può ripartire insieme, con la vita e con il teatro. Troverete ad accogliervi ballerine, musicisti, acrobati, attori che stanno provando i loro numeri, riscaldando le loro voci, i muscoli, i corpi, gli strumenti. Tutti devono riprendere li dove si sono interrotti. Anche gli spettatori devono riappropriarsi del loro ruolo e del loro piacere di essere testimoni dell’irripetibile. All’aperto, in sicurezza, divisi in gruppi, andranno a sedersi in luoghi diversi della piscina e scopriranno lentamente un mondo che ritorna alla vita, che sta facendo “le prove per il futuro”.

Fonte Teatro Franco Parenti

Tutto ciò che ci sembrava ovvio, ora dopo il coronavirus, ci appare nuovo. Credo che sarà così anche tornando a teatro e ascoltando le parole dei grandi autori, afferma Luigi Lo Cascio. Per questo, porta al Teatro Parenti il 9 luglio, la novella di Pirandello “Ciaula scopre la luna”. É la storia di un giovane minatore da sempre prigioniero delle viscere della terra, un “caruso” che, sbucando improvvisamente dal suo carcere buio, si trova di faccia la Luna.

Provano a guardare oltre questo inquietante periodo, Beppe Severgnini e Carlo Fava in Una Stranissima Primavera, attraverso racconti, poesie e canzoni.

Filippo Dini porta Locke, dalla sceneggiatura di Steven Knight, da lui diretto e interpretato. È un testo sull’assunzione di responsabilità e sull’estrema fragilità degli edifici morali sui quali costruiamo le nostre famiglie e le nostre sicurezze.

Fonte: Teatro Franco Parenti Estate 20

Tornano al teatro Parenti anche i Gordi con Sulla Morte Senza Esagerare. La compagnia si è fatta conoscere per il suo format originale e delicato. Ha recuperato la poetica del gesto, bandendo la parola e indossando le maschere di cartapesta costruite da Ilaria Ariemme. Non necessitano quindi di mascherine e il loro spettacolo non deve piegarsi a normative anticoronavirus. Affrontano il tema della morte e della grammatica della morte col suo rito, quantomai attuale dopo il periodo appena trascorso.

Tanti ancora gli spettacoli e i nomi, come Elio Germano in Segnale D’allarme la Mia Battaglia In Vr, Ivana Monti con Una Vita Che Sto Qui, Michele Placido in Amor Y Tango, Michela Murgia, con il Don Giovanni da le ideato e interpretato, Fuggi La Terra E Le Onde, con Lino Guanciale.

Fonte Teatro Franco Parenti Estae 20

Non solo Milano ma l’Italia tutta, per ricominciare deve mettere al centro l’arte, la musica, la bellezza, l’intuizione, la creatività.

Il futuro torna a colorarsi anche di note musicali: il 21 Giugno dalle 20.30 i Bagni Misteriosi  ospitano la Festa Europea Della Musica, Maratona musicale con giovani talenti. La Società del Quartetto di Milano vuole regalare questa serata musicale alla città, in collaborazione con il Teatro Franco Parenti e con Yamaha Music Europe. Perchè, come afferma la Presidente della Società del Quartetto Ilaria Borletti Buitoni, non solo Milano ma l’Italia tutta, per ricominciare deve mettere al centro l’arte, la musica, la bellezza, l’intuizione, la creatività, l’immaginazione. Un eccezionale palcoscenico sull’acqua sarà predisposto per giovani virtuosi della classica e del jazz: il Mascoulisse Quartet, ensemble di 4 tromboni che ha stravolto le convenzioni dello strumento, che sarà anche protagonista di piccoli flash mob durante l’intera giornata per le strade della città. L’ ingresso è gratuito a partire dalle 20:30.

Al Teatro Franco Parenti troverete musica e parole anche in Carmen diario di un capolavoro, viaggio immaginifico nella genesi di uno dei più noti capolavori del melodramma ottocentesco. Il lavoro è ideato e diretto da Mauro Trombetta.

Fonte:Teatro Franco Parenti Estate 20

Ci sarà anche la danza. L’étoile Luciana Savignano In Le Sacre, muove l’incedere dei suoi figli. Giungono da ogni angolo, a piedi nudi e scortati dalle luci rosse, viola e aranciate del tramonto. Sono vigorosi e danzano una partitura gestuale e sonora (quella originale di Stravinsky) che in un moto circolare avvolge tutto e tutti come in un abbraccio ancestrale. Lo spettacolo è di Susanna Beltrami, con la partecipazione di Matteo Bittante e dei giovani danzatori di DanceHaus. Come molti altri della stagione sarà anche al Teatro Maggiore di Verbania il 18  settembre.

Scacco Matto, Altre distanze in nuovi orizzonti è invece una prima nazionale. Il dittico di Egribiancodanza dinamico, poetico e suggestivo, mette al centro della ricerca coreografica l’uomo con le sue inquietudini e speranze. Il coreografo Raphael Bianco si interroga non solo sui limiti ma anche sulle opportunità delle attuali costrizioni, per rimodulare e ricreare nuove danze.

Ricordiamo che molti degli spettacoli sono presentati negli spazi esterni di entrambi i teatri: il Teatro Franco Parenti di Milano e il Teatro Massimo di Verbania, splendido paesino che si affaccia sul lago Maggiore.

Per informazioni : https://www.teatrofrancoparenti.it/

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook