Fisco: detrazioni fiscali se si conserva lo scontrino

I contribuenti d’ora in avanti potranno ottenere detrazioni fiscali presentando, in sede di dichiarazione dei redditi, gli scontrini fiscali. È questa la novità contenuta in uno degli emendamenti alla delega fiscale, attualmente in fase di esame parlamentare, presentato dal Pd e recentemente approvato dalla Commissione Finanze del Senato.

Si tratta di uno strumento per poter combattere l’evasione fiscale attraverso l’introduzione del cosiddetto “contrasto d’interesse” tra contribuenti. In sostanza, questa previsione legislativa dovrebbe spingere i consumatori a chiedere lo scontrino fiscale agli esercenti, costringendo questi ultimi ad emetterlo. La possibilità di portare in detrazione gli scontrini fiscali sarà, dunque, implicitamente utilizzata come incentivo a chiedere l’emissione degli scontrini, rendendo gli stessi contribuenti dei veri e propri esattori fiscali.

Il sistema previsto dall’emendamento alla delega fiscale, proposto dal relatore Giuliano Barbolini, non è una novità assoluta del panorama fiscale internazionale, essendo già implementato e collaudato in altri Paesi con risultati più che soddisfacenti.
Bisogna precisare, comunque, che il sistema in questione non verrà applicato in maniera indistinta a tutte le categorie di spesa, ma si concentrerà nelle aree in cui l’evasione legata alla mancata emissione dello scontrino fiscale è più frequente.

Uno strumento che si avvicina molto, quanto a finalità conseguite, a quello proposto da tempo da varie parti politiche, e adottato in diversi Paesi del mondo (Taiwan, Cina, ecc), che prevedeva una lotteria legata al numero dello scontrino fiscale emesso, che avrebbe potuto invogliare i consumatori a chiederlo in ogni occasione.

Bisogna comunque vedere in che tempi la delega fiscale giungerà all’approvazione definitiva, dal momento che l’iter prevede ancora il passaggio alla Camera in terza lettura, ma secondo le indiscrezioni il testo definitivo dovrebbe essere approvato entro la fine dell’anno.

Giuseppe Ferrara
27 novembre 2012

 

 

 

 

 

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook