Borse asiatiche: nuove vendite, ma titoli in rialzo

Borse asiatiche: nuove vendite, ma titoli in rialzo

Borse-asiaticheContinuano le vendite nei mercati asiatici, sebbene i titoli siano in lieve rialzo. Gli investitori temono che il taglio dei tassi di interesse della Banca centrale della Cina, annunciato nella giornata di martedì, non basti a stabilizzare l’economia e mitigare o fermare del tutto il crollo del mercato azionario, che sta avendo ripercussioni negative anche sugli altri mercati finanziari.

Gli indici azionari principali della Cina hanno cercato di risalire ripetutamente nel trading delle prime ore della mattina per poi scendere immediatamente a causa di nuove vendite, il che conferma quanto previsto dagli operatori del mercato, secondo i quali risulta necessario un maggior sostegno da parte del governo di Pechino e della Banca centrale.

Dopo una caduta che ha quasi raggiunto il tetto del 20% dei prezzi delle azioni in soli tre giorni, la Banca popolare della Cina ha tagliato i tassi di interesse martedì e ridotto la quantità di riserve che le banche devono detenere. Una mossa, annunciata da tempo, che però ha avuto un impatto limitato. Gli investitori, infatti, hanno spostato di nuovo il focus sul deterioramento delle prospettive per la Cina e il suo impatto sull’economia globale. Dopo una sessione instabile, l’indice cinese CSI300 è in rialzo dell’1,7%, mentre lo Shanghai Composite è in ripresa dello 0.8%.

L’indice MSCI, che mostra l’andamento del mercato azionario nell’area Asia-Pacifico ad esclusione del Giappone, non fa segnare variazioni incoraggianti e resta molto prossimo ai livelli minimi di 3 anni colpiti nella sessione precedente.
Positivo il Nikkei, in aumento del 2.87%, mentre la borsa in Australia è in caduta, in ribasso dello 0,5%.

Società come BHP Billiton, gigante che opera nel settore minerario, hanno rivisto al ribasso le aspettative di crescita della domanda cinese, mentre i paesi più esposti alla economia della Cina, tra i quali l’Indonesia, hanno abbassato le previsioni di crescita per il 2015 nei giorni scorsi.

Giuseppe Ferrara
26 agosto 2015

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook