Le famiglie italiane risparmiano il 32% in meno

Rispetto al 2010 le famiglie italiane risparmiano il 32% in meno. È quanto emerso da uno studio condotto dalla Fondazione Censis e presentato ieri da Giuseppe Roma in occasione del convegno “Credito al credito”.
Dallo studio si apprende che se nel 2010 le famiglie italiane risparmiavano in media 620 euro al mese nel 2011 riescono a metter da parte solo 420 euro, ovvero 200 euro in meno. Ciò comporta l’aumento di italiani costretti a chiedere prestiti, e l’aumento di chi fa fatica ad arrivare a fine mese e magari pagare il muto della propria casa. Una spirale che conduce molte famiglie a dover ridimensionare l’economia domestica drasticamente.

Pensate che ben 52.000 famiglia sono state costrette a sospendere il mutuo della casa dal 2009 ad oggi. Ricordiamo che la sospensione dei mutui è state resa possibile dal “Piano famiglie” approvato nel dicembre 2009 e che fin ora ha permesso agli italiani di sospendere i pagamenti per un totale di 385 milioni di euro. Ma quando il “Piano famiglie” finirà?
Ad organizzare il convegno “Credito al credito” è stata l’Associazione Banche Italiane (Abi) che ha spiegato: “Le famiglie italiane, nel confronto tra passività finanziarie e reddito disponibile, continuano comunque a risultare le meno indebitate in Europa”.
C’è però anche da dire che in Italia la richiesta di prestiti è salita, rispetto al 2010, del 5,5% mentre la media europea è cresciuta solo dello 3,2%.
Rispetto al 2010 le famiglie italiane risparmiano il 32% in meno. È quanto emerso da uno studio condotto dalla Fondazione Censis e presentato ieri da Giuseppe Roma in occasione del convegno “Credito al credito”.
Dallo studio si apprende che se nel 2010 le famiglie italiane risparmiavano in media 620 euro al mese nel 2011 riescono a metter da parte solo 420 euro, ovvero 200 euro in meno. Ciò comporta l’aumento di italiani costretti a chiedere prestiti, e l’aumento di chi fa fatica ad arrivare a fine mese e magari pagare il muto della propria casa. Una spirale che conduce molte famiglie a dover ridimensionare l’economia domestica drasticamente.
Pensate che ben 52.000 famiglia sono state costrette a sospendere il mutuo della casa dal 2009 ad oggi. Ricordiamo che la sospensione dei mutui è state resa possibile dal “Piano famiglie” approvato nel dicembre 2009 e che fin ora ha permesso agli italiani di sospendere i pagamenti per un totale di 385 milioni di euro. Ma quando il “Piano famiglie” finirà?
Ad organizzare il convegno “Credito al credito” è stata l’Associazione Banche Italiane (Abi) che ha spiegato: “Le famiglie italiane, nel confronto tra passività finanziarie e reddito disponibile, continuano comunque a risultare le meno indebitate in Europa”.
C’è però anche da dire che in Italia la richiesta di prestiti è salita, rispetto al 2010, del 5,5% mentre la media europea è cresciuta solo dello 3,2%.

di Enrico Ferdinandi

23 novembre 2011

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook