Investire piccole somme per guadagnare, la chiave resta la diversificazione

Investire piccole somme per guadagnare, la chiave resta la diversificazione

I tempi della crisi profonda sembrano essere alle spalle, e molte famiglie italiane riescono a programmare un risparmio concreto per far fronte alle proprie spese, ma anche per investirli e migliorare la propria situazione economica. Investire un piccolo gruzzoletto sembra essere una scelta non facile, ma grazie a qualche piccolo consiglio potrete assicurarvi qualche dritta per garantirvi un futuro migliore dal punto di vista delle vostre finanze familiari.

Affidarsi a un consulente finanziario rischia di diventare una soluzione troppo costosa e che non tutti possono permettersi, proprio per questo viene in aiuto il portale web investire24, che grazie a suoi professionisti ed esperti nel campo della finanza si occupa di investimenti pubblicando recensioni, consigli e articoli sul tema, con lo scopo di essere una guida gratuita per affrontare i problemi frequenti relativamente agli investimenti e alla gestione dei risparmi.

Il primo consiglio che forniscono gli esperti è quello di selezionare la cifra da investire, è consigliabile al massimo 10 mila euro visto che si tratta di piccole somme. Tale cifra potrà essere investita in un’unica soluzione o dilazionando nel tempo, quest’ultima scelta è consigliata per i neofiti del settore, che potranno prendere confidenza con i mercati finanziari.

Tenete a mente che non c’è un momento migliore per investire, nessuna strategia e nessuna sfera magica, il momento migliore è quando avrete pianificato una strategia per impegnare la cifra di denaro stabilita. Dopo queste prime importanti valutazioni, dovete fissare l’orizzonte temporale dell’investimento, ovvero la sua durata. Maggiore sarà l’orizzonte temporale e più si avrà il tempo di rimediare agli andamenti negativi del mercato.

Altro fattore chiave è la diversificazione degli investimenti che andrete ad effettuare. Per ridurre in modo considerevole i rischi intrinsechi a ogni genere di investimento finanziario, è meglio contare su un portafoglio di titoli diversi tra di loro. Ad esempio investendo su un portafoglio composta da ETF o fondi comuni, riduce i rischi, perché aiuta nel bilanciare eventuali perdite degli asset che in un certo momento possono risultare meno performanti.

Altro consiglio utile redatto dagli esperti è quello di mantenere monitorati costantemente gli investimenti che vengono effettuati, in modo tale da cercare di migliorare la condizione quando si presentano situazioni particolari. Quando il portafoglio è composto da diversi titoli, va bilanciato nel corso del tempo, andando a vendere gli asset che risultano meno performanti per acquisirne altri che sulla carta possono essere più profittevoli. Questa è una verifica importante che però spesso viene trascurata, ma è sempre meglio farsi aiutare dal consulente del proprio Istituto di credito per gestire al meglio il portafoglio e gli investimenti effettuati.

Fate attenzione infine ai costi che hanno le varie tipologie d’investimento, che sono differenti e non sempre chiari. Ad esempio i fondi comuni hanno dei costi alti di gestione, in contrapposizione ci sono gli ETF. Quindi diventa indispensabile, investendo piccole somme, scegliere metodi d’investimento che hanno bassi costi di gestione, perché altrimenti vi ritroverete ad avere più spese che guadagno netto finale.

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook