Mercato della casa nel 2018, meglio acquistare che affittare

Mercato della casa nel 2018, meglio acquistare che affittare

Il mercato immobiliare fa registrare segnali di leggera ripresa anche in questi primi mesi del 2018, con il settore che sembra uscire dalla crisi che l’ha attanagliato negli ultimi anni e che aveva portato a pesanti numeri negativi. Nonostante questo i prezzi di vendita delle case non crescono allo stesso ritmo, se no per quello che riguarda le vendite nei principali capoluoghi italiani. Secondo gli analisti le quotazioni di vendita nei dodici mesi del 2018 rimarranno pressoché invariate rispetto al 2017, salvo registrare, in alcune zone e per alcune tipologie d’immobili, una crescita compresa tra l’1 e il 3%. Una situazione che spinge coloro che hanno intenzione di trasferirsi in una nuova casa a provvedere all’acquisto della stessa, piuttosto che ad un eventuale affitto.

Questa scelta viene premiata anche dalle interessanti condizioni che oggi gli istituti di credito mettono a disposizione per chi vuole accendere un mutuo per l’acquisto di una casa. I tassi d’interesse ai minimi storici, che indirizzano la scelta degli acquirenti verso l’acquisizione di una casa di proprietà. Oltre ai tassi anche i BTP sono ai minimi, questo permette di avere a otto anni dall’acquisto dell’immobile, ipotizzando un mutuo a tasso fisso ventennale, un bilancio nettamente a favore dell’acquirente piuttosto che dell’affittuario. Questo non è l’unico fattore che ha determinato una discesa delle richieste di affitto, a differenza dei prezzi di acquisto delle case i canoni di locazione hanno registrato aumenti dovunque. Inoltre nelle grandi città e nelle zone turistiche la ricerca di un alloggio da affittare è resa difficoltosa dalle locazioni brevi, quelle che conosciamo grazie a servizi come Airbnb o Homeaway, formule che i proprietari preferiscono visto il basso rischio d’insolvenza.

A questi fattori del mercato si aggiunge anche la maggior preparazione e competenza in merito degli acquirenti, sempre più attenti alle dimensioni, spese, risparmio energetico, ma anche alle evoluzioni del mercato dei tassi e delle quotazioni. A contribuire a questa preparazione ci sono i servizi quali likecasa.it, il migliore servizio web per coloro che vogliono comprare una casa per uso abitativo o come investimento, che mette a disposizione news, approfondimenti e dati da tutte le città italiane riguardanti il settore immobiliare, guidando l’utente all’acquisto o affitto migliore sulla base delle proprie esigenze.

Il discorso relativo alla maggiore convenienza dell’acquisto rispetto all’affitto vale per la maggior parte degli immobili presenti nel nostro paese, anche per gli immobili considerati di pregio. Per questi ultimi, sia per il trilocale posto nelle zone centrali delle città, ma anche per i bilocali ubicati in periferia, il bilancio per l’acquirente risulta essere positivo in media di quasi 30 mila euro. Discorso che deve essere approfondito se si considera la metratura dell’abitazione, nel caso di un’abitazione di pregio con ampia metratura, l’acquisto conviene solo se siamo sicuri che la occuperemo per un arco temporale superiore agli otto anni, tempistica classica di un contratto di locazione. Se la tempistica risulta inferiore rischierete che il valore dell’immobile non aumenti in modo da ammortizzare i costi di acquisto, rendendo maggiormente conveniente la soluzione di affitto.

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook