È morto Giorgio Celli, l’amico degli animali

di Enrico Ferdinandi

È morto nel pomeriggio all’Ospedale Sant’Orsola di Bologna Giorgio Celli dopo un mese di ricovero nel reparto di terapia intensiva. Celli sarebbe morto a causa di alcune complicazioni insorte dopo un intervento cardochirurgico per l’inserimento di alcuni by pass. Aveva 76 anni ed era nato il 16 luglio 1935 a Verona. Nel corso della sua vita si era distinto per esser stato un personaggio poliedrico, in grado di catalizzare l’attenzione su di se non solo grazie alle sue doti come uomo di spettacolo ma anche per esser stato un importante professore dell’Università di Bologna, dove ha diretto l’Istituto di entomologia “Guido Grandi”.

Come ecologo ha studiato il comportamento delle api sia sul versante della ricerca ecologica ovvero sull’impatto che l’inquinamento, i pesticidi ed il piombo possono avere sulla loro sopravvivenza, sia dal punto di vista etologico indagando alcuni aspetti della loro percezioni visive e della loro capacità di apprendimento.

Inoltre ha dedicato il suo interesse sull’ecologia degli agrosistemi, un importante ricerca che ha portato all’apertura di un centro, unico in Italia, nella quale vengono prodotti insetti utili alla lotta biologica ai fitofagi, e due centri di ecologia applicata che si occupano del controllo delle popolazioni di zanzare nelle zone umide e paludose.

Da tempo Celli stava lavorando al progetto di creazione della nuova area espositiva del Museo Regionale di Scienze Naturali di Torino, a lui era stata affidata la direzione scientifica per l’allestimento del nuovo spazio dedicato alla storia della vita sulla Terra, che sarebbe dovuta esser inaugurata nel marzo 2012.

Ma Giorgio Celli come già detto è stato un personaggio in grado di far bene in  diversi ambiti, ha anche recitato in alcuni film, ha vinto il Premio Pirandello come autore teatrale ed è stato parlamentare europeo per i Verdi dal 1999 al 2004. Inoltre, sempre per il partito dei Verdi e sempre nello stesso periodo, è stato consigliere comunale a Bologna, città nella quale tutt’ora vive.

Celli è stato spesso definito “l’amico degli animali” per via della sua grande capacità di spiegare in maniera semplice, efficace ed appassionante il mondo degli animali, conquistò il pubblico televisivo negli anni ’90 partecipando al “Maurizio Costanzo Show” dove spesso era chiamato come ospite.

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook