Cagliari nei guai: arrestato Cellino

Guai in vista per il Cagliari e soprattutto per il suo presidente Massimo Cellino, arrestato questa mattina, insieme al sindaco di Quartu, Mauro Contini e l’assessore ai Lavori pubblici del Comune, Stefano Lilliu. L’arresto di Cellino è stato eseguito dagli agenti della Forestale nell’ambito dell’inchiesta  sulla realizzazione dello stadio ” Is Arenas” che fece scattare nel novembre scorso le manette ai polsi dei dirigenti comunali Pierpaolo Gessa, Andrea Masala e dell’impresario Antonio Grussu, accusati  di peculato e falso per aver utilizzato denaro destinato al piano integrato d’area per la costruzione  di parte del nuovo stadio a  Quartu.

La vicenda assume risvolti inaspettati, se si pensa che proprio pochi giorni fa la Commissione Provinciale di vigilanza aveva dato parere favorevole alla società sarda, dandole tempo ancora  15 giorni per adeguare l’impianto alle norme di sicurezza che avrebbero permesso in via definitiva, la concessione  dell’agibilità da parte della Lega Calcio e dell’Osservatorio Nazionale sulle manifestazioni sportive. Cellino, dopo pochi minuti dall’arresto, è stato condotto nel carcere di Buoncammino. Solidarietà, nel frattempo, giungono dal Cagliari calcio. Dirigenti,  tecnici e calciatori sono fiduciosi della Magistratura e sono vicino a Cellino. Chiaro il messaggio inviato  al numero uno della società: ” Forza presidente, noi siamo con te.”

Luigi Rubino

14 febbraio 2013

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook