Tre vittime provocate da pirati della strada a Ladispoli, Reggio Calabria e Milano

di Sebastiano Di Mauro

Nelle ultime ore a Milano Roma e Reggio Calabria, in tre diversi incidenti, si sono registrati tre vittime causate da pirati della strada, che dopo aver travolto le vittime non si sono fermati. Scattate le indagini e la ricerca di questi “criminali”.

Il primo è successo alle 23.30 di sabato a Ladispoli, sul litorale romano, dove sul cavalcavia di via Palo Laziale Roma  un romeno di 46 anni è stato travolto sulla sua bicicletta da un’automobilista che è poi fuggito. La vittima, trasportata al pronto soccorso di Ladispoli è deceduta verso la mezzanotte.

Il secondo a Reggio Calabria, dove  la polizia locale sta ricercando un automobilista che in una via del centro,  la scorsa notte,  ha investito  e ucciso un pedone,  dandosi alla fuga. La vittima è Guglielmo Iamonte, di 37 anni, che è deceduto poco dopo il ricovero in ospedale. Non vi sono testimoni e le  indagini per accertare l’identità del pirata della strada sembra particolarmente difficile, nonostante  l’impegno della polizia locale in collaborazione con la polizia di Stato.

Infine a Milano, un uomo di 79 anni, è morto nel pomeriggio di oggi, travolto sulla sua bicicletta da un’auto, mentre attraversava la strada sulle strisce pedonali in via Gallarate. Anche in questo caso il  conducente si è dato alla fuga senza prestare soccorso, facendo scattare le indagini della Polizia locale di Milano per la sua identificazione. La vittima è stata soccorsa e trasportata  al  pronto soccorso dell’Ospedale San Carlo,  ma è morto dopo poco.

 

5 agosto 2012

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook