Strage a Denver: due morti e una quarantina di feriti

Drammatica strage a  Denver,  in un cinema multisala del centro commerciale Town Center di Aurora, avvenuta poco dopo la mezzanotte. Il bilancio, che potrebbe subire aggiornamenti,  è di 12 morti e una quarantina di feriti.

La brutta vicenda avvenuta  mentre si proiettava la prima del nuovo episodio della saga di Batman, ‘The Dark Knight Rises’. Un uomo vestito  come gli agenti delle unità Swat della polizia Usa, che indossava anche una maschera protettiva, si è messo a sparare all’impazzata sul pubblico colpendo decine di persone. L’autore del folle gesto è James Holmes, 24 anni, che  è stato arrestato ed è  sotto la custodia della polizia.

Un testimone ha raccontato che  all’inizio il pubblico ha pensato si trattasse di un effetto sonoro del film, solo dopo quando si sono levate le urla delle persone, si è reso conto della tragica realtà. Come riferito dalla polizia di Denver, il killer avrebbe agito da solo e ha fatto uso di almeno un fucile d’assalto e due pistole, ma secondo i testimoni il giovane ha prima ha fatto esplodere alcune cartucce di gas lacrimogeno e poi ha iniziato ad aprire il fuoco sugli inermi spettatori.

Il giovane arrestato, durante l’interrogatorio ha ammesso di essere in possesso di esplosivi all’interno della sua abitazione, quindi gli agenti hanno fatto evacuare, in via precauzionale il condominio ed hanno perquisito la sua abitazione, nella quale è stato ritrovato un ingente quantitativo di esplosivo e materiale infiammabile. Ora L’Fbi sta investigando sull’accaduto, unitamente alla polizia locale, ma pare si possa escludere qualsiasi legame di matrice terroristica. Sempre a scopo precauzionale la polizia  ha annunciato che, per  timore di gesti emulativi, invierà degli agenti a presidiare i cinema dove si proietta l’ultimo episodio della saga di Batman.

Il presidente Obama, che si trovava  a Fort Meyers, in Florida, ha interrotto la sua campagna elettorale, facendo ritorno alla Casa Bianca per seguire lo sviluppo della vicenda, e ha dichiarato: “Michelle ed io siamo scioccati e rattristati dall’orribile e tragica sparatoria avvenuta in Colorado”.  Obama, ha anche aggiunto: “Potremmo anche non capire mai cosa porti qualcuno a terrorizzare altre persone in questo modo, ma faremo tutti i passi necessari per sostenere la gente del Colorado.

Bisogna ricordare che in quella zona è situata la Columbine High School, il liceo in cui il 20 aprile del 1999 avvenne  un’altra strage, nella quale quale morirono dodici studenti e un insegnante, ad opera  di due studenti della scuola, Eric Harris e Dylan Klebold, che poi si suicidarono,  all’arrivo della polizia.

In segno di lutto e solidarietà con la popolazione colpita da questo grave fatto criminoso, la premiere parigina di ‘The Dark Knight Rises’, prevista per stasera, è stata cancellata, così come le interviste e gli interventi televisivi previsti in Francia per il lancio del film.

Sebastiano Di Mauro
20 luglio 2012

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook