Si è spento Alfredo Provenzali, storica voce del calcio radiofonico

E’ morto a Genova, all’età di 78 anni, il famoso radiocronista della popolare trasmissione radiofonica ” tutto il calcio minuto per minuto”.

Il mondo del giornalisno e dello sport è in lutto. Si è spento all’età di 78 anni Alfredo  Provenzali, famoso radiocronista della storica trasmissione “Tutto il calcio minuto per minuto”. Più che il suo volto, gli sportivi e gli appassionati di calcio hanno conosciuto  soprattutto la sua inconfondibile voce radiofonica che ogni domenica, partendo dagli studio centrale di Saxa Rubra (Rai), giungeva fin dentro case attraverso quella “scatolina” elettronica che aggiornava in tempo reale i risultati delle partite di calcio.

 

L’annuncio della morte di Provenzali è stata data dal Gr1 (delle otto del mattino) che in suo ricordo ha aperto il servizio con la sigla di “Tutto il calcio minuto per minuto.”  Provenzali genovese, nato nel quartiere storico di Sampierdarena, il 13 luglio 1934, lascia la moglie Marisa e la figlia Paola.

Nato per raccontare la notizia, partendo da un’attenta osservazione dei fatti, Alfredo ha iniziato la sua carriera occupandosi di nuoto e ciclismo. Memorabile la sua radiocronaca nel 1973, quando il giornalista con grande sensibilità e partecipazione quasi accompagnò per mano il successo di Novella Calligaris ai campionati del mondo di nuoto a Belgrado. Poi la sua bravura venne fuori anche nel calcio, quando nel 1992 conobbe a Genova, durante la sua prima radiocronaca come inviato, il grande Nicolò Carosio, che si trovava lì a commentare la partita per la Tv. Negli anni successivi diventa il massimo esponente della trasmissione radiofonica “Tutto il calcio minuto per minuto” sostituendo Massimo De Luca, passato al gruppo Mediaset.

“Con lui – ha detto Antonio Preziosi, direttore di Radio Uno e Gr Rai- scompare un grandissimo testimone di quella straordinaria scuola di  radiocronisti, come Ameri, Ciotti, Bortoluzzi e tanti altri ancora. Continueremo nel suo nome. senza la sua voce, comunque ci sentiremo più soli” ha poi sottolineato il direttore.

La scomparsa improvvisa di Provenzali, è stata anche ricordata dal Gruppo cronisti della Liguria, nel quale il giornalista genovese aveva ricoperto la carica di presidente e dall’ Unione Nazionale Cronisti Italiani, dove Provenzali venne eletto vice presidente vicario. Sei anni fa, aveva festeggiato i quarant’anni di attività come radiocronista. Poche settimane fa, gli era stato assegnato a Capri il prestigioso premio “Agnes”, ma non aveva potuto ritirare il riconoscimento per le sue non buone condizioni di salute.  

Luigi Rubino

13 luglio 2012

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook