Monte Bianco, tragedia sul ”Monte Maledetto”: 9 morti, 11 feriti

10:17. Sei persone hanno perso la vita, altre otto sono rimaste ferite, almeno due i dispersi: questo è il bilancio di quanto successo stamani sul Monte Bianco dove una valanga ha causato uno dei più gravi incidenti alpinistici degli ultimi anni.

A diffondere la notizia la Gendarmeria francese di  alta montagna di Chamonix che ha precisato che l’incidente ha avuto luogo sul Monte Maudit, terza vetta più alta del Monte Bianco, alle prime ore dell’alba. A dare l’allarme uno dei feriti intorno alle 5:25 del mattino.

In queste ore un numero consistente di mezzi di soccorso e volontari, sia francesi che italiani, sono al lavoro per recuperare le vittime delle quali non è ancora stato possibile capire la nazionalità, i feriti e le due o tre persone date per disperse.

Una vera e propria tragedia, sopratutto perché per la giornata di oggi non erano state segnalate condizioni meteo particolarmente avverse.

Secondo una prima ricostruzione dei fatti l’incidente sarebbe avvenuto alle 4:25 sul versante francese del Monte Bianco, a 4mila metri d’altitudine ed avrebbe coinvolto almeno due cordate di alpinisti.

Come detto proseguono le ricerche, con l’intervento di elicotteri e l’ausilio dei cani addestrati. Scattati al contempo i soccorsi: i feriti sono infatti stati gia’ raggiunti e trasportati a valle, dove sono stati ricoverati in vari ospedali della zona.

La Farnesina è già all’opera per verificare se cittadini italiani siano rimasti coinvolti dalla valanga.

10:30. L’emittente radiofonica francese “Europe 1” ha reso noto che della comitiva investita dalla valanga facevano parte una ventina di persone di nazionalità francese, svizzera, spagnola, tedesca e serba, la notizia non è ancora stata ufficializzata dalle autorità. Una conferenza stampa sull’accaduto è attesa a breve.

14:25. Secondo l’emittente radiofonica “France Info” sarebbero quattro ancora i dispersi, probabilmente britannici e spagnoli mentre secondo le prime indicazioni del soccorso alpino valdostano che sta partecipando (con sei soccorritori) avrebbe coinvolto 28 persone, divise in almeno 6-7 cordate.

Il Mont Maudit, in italiano “monte maledetto”, già in passato è stato al centro di eventi simili. Scalato per la prima volta il 12 settembre 1878, da Henry Seymour Hoare e William Edward Davidson, è stato meta di migliaia di scalatori molti dei quali non sono riusciti a conquistarne la vetta. Risale all’agosto 1997 la serie più tragica di incidenti in questa zona: ben 13 persone persero la vita.

Sempre ad agosto ma nel 1998 due spagnoli morirono durante la loro discesa dal Maudit, pochi giorni dopo un’alpinista polacca 25.enne perse la vita mentre attraversava il ghiacciaio che dal Mont Maudit porta alla vetta del Bianco.

Nel maggio del 2000 due alpinisti sciatori di fondo vennero sepolti da una valanga mentre si dirigevano verso la cima del Maudit.
Sono molti gli incidenti di questo tipo avvenuti su di un monte che anche seppur pericoloso per via dei paesaggi mozzafiato e dei percorsi suggestivi che è in grado di donare è meta ogni anno di centinaia di escursionisti.

16:19. La gendarmeria francese ha dichiarato poco fa che le vittime sono salite a nove, si tratta di due scalatori tedeschi, due svizzeri, due spagnoli e altri tre di nazionalità ancora sconosciuta i feriti sono 11 e si trovano ricoverati a Sallanches, infine altri quattro scalatori risultano ancora dispersi.
Secondo le autorità, si tratta del “più grave e mortale incidente montano degli ultimi anni”, il 24 agosto 2008, sempre sul Monte Bianco, il crollo di un seracco uccise otto alpinisti. 

 

Ore 12:49 del 13 luglio 2012

I 4 dispersi sono stati individuati e stanno tutti bene, la polizia francese ha accertato che 2 avevano rinunciato dall’inizio alla scalata mentre gli altri due hanno seguito un percorso diverso dal gruppo travolto.

E.F.

12 luglio 2012

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook