Cina: giovane tifoso morto per aver visto “troppe partite”

Un fatto che ha dell’incredibile. Seguire l’Europeo di calcio 2012 che si sta svolgendo in Polonia e Ucraina (paesi organizatori) fino alla morte nel vero senso della parola. E quanto accaduto al 26 enne Jiang XiaoShian, morto a causa della sua grande passione, il calcio appunto. 1890 minuti di gioco e poi l’inevitabile e drammatico crollo. Questo ragazzo originario di Changsha per seguire in diretta le partite del torneo, visto il fuso orario del paese di provenienza, è rimasto in piedi per 11 notti consecutive continuando a svolgere regolarmente la propria vita mantenendo fede alle proprie abitudini e andando a lavorare senza mai però riposare.

Un tour de force di un intensità impressionante, un intensità tale che il corpo non ha saputo reggere purtroppo. La morte è avvenuta per uno scompenso cardiaco nella giornata di martedì. Il sistema immunitario del ragazzo, come dichiarato dai medici di Changsha, si è irrimediabilmente compromesso in virtù anche di un notevole consumo di fumo e alcol. La notizia lascia certamente tutti senza parole specialmente parenti e amici, dato che questo ragazzo veniva descritto da tutti come bravo sano e con una vita assolutamente regolare. Jiang Xiaoshian ha visualizzato 21 partite della rassegna calcistica continentale, purtroppo per lui gli sono state fatali senza il giusto riposo. Il suo non è caso isolato si ricordano episodi simili anche durante il mondiale di calcio del Sud Africa, sempre in Cina mentre casi di questa tipologia sono stati riscontrati anche tra i più incalliti giocatori di console e di videogames negli Stati Uniti d’America e in Europa.  

Manuel Giannantonio

25 giugno 2012

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook