Immigrazione, soffocati nella stiva di un barcone, 40 morti

Immigrazione, soffocati nella stiva di un barcone, 40 morti
A handout provided on 15 August 2015 and released by the Italian Navy showing migrants on a boat during rescue operation south of Lampedusa island, in the Mediterranean Sea. Italian Navy ships rescued today a boat with almost 400 migrants, 40 of them dead asphyxiated in the hold. ANSA/ US MARINA MILITARE - ITALIAN NAVY PRESS OFFICE ++ANSA PROVIDES ACCESS TO THIS HANDOUT PHOTO TO BE USED SOLELY TO ILLUSTRATE NEWS REPORTING OR COMMENTARY ON THE FACTS OR EVENTS DEPICTED IN THIS IMAGE; NO ARCHIVING; NO LICENSING++

A handout provided on 15 August 2015 and released by the Italian Navy showing migrants on a boat during rescue operation south of Lampedusa island, in the Mediterranean Sea. Italian Navy ships rescued today a boat with almost 400 migrants, 40 of them dead asphyxiated in the hold. ANSA/ US MARINA MILITARE - ITALIAN NAVY PRESS OFFICE ++ANSA PROVIDES ACCESS TO THIS HANDOUT PHOTO TO BE USED SOLELY TO ILLUSTRATE NEWS REPORTING OR COMMENTARY ON THE FACTS OR EVENTS DEPICTED IN THIS IMAGE; NO ARCHIVING; NO LICENSING++
ANSA/ US MARINA MILITARE – ITALIAN NAVY PRESS OFFICE 

“Una scena terribile che ha colpito molto l’equipaggio: decine di cadaveri ammassati nella stiva, le donne che piangevano i loro uomini”. Così il capitano di fregata Massimo Tozzi, ha descritto la tragedia che si è consumata oggi nel Canale di Sicilia. Tozzi – che ha coordinato e diretto le operazioni di recupero, ha detto: “Ne abbiamo recuperati 8,  ora proseguiremo nel trasbordo dei corpi, ma sono ammassati uno sull’altro e il numero esatto ancora non è chiaro. Potrebbero esserci anche bambini”.

A distanza di poche ore le cifre della tragedia si sono fatti più chiari: i migranti sull’imbarcazione erano 312. A bordo c’erano anche circa 40 cadaveri, morti per soffocamento. Tra i superstiti assistiti dal pattugliatore della Marina Militare Cigala Fulgosi anche 45 donne e tre minori.

I cadaveri dei migranti trovati a bordo del barcone erano stipati e chiusi nella stiva. Adesso le autorità dovranno accertare se le vittime sono morte per il caldo o per i fumi del motore del barcone. Intanto sono ancora in corso le operazioni di trasbordo dei migranti sopravvissuti dal barcone alla nave della Marina Militare.

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook