Minorenni egiziani arrestati per violenza sessuale e danni nella casa famiglia che gli aveva dato asilo

Minorenni egiziani arrestati per violenza sessuale e danni nella casa famiglia che gli aveva dato asilo

20140428_cararrestoFIUGGI – Minacce, lesioni dolose, danneggiamento aggravato e violenza sessuale di gruppo: queste le accuse da cui dovranno difendersi tre minori egiziani – un sedicenne e due diciassettenni – ospitati in un centro di accoglienza e che tra giovedì e venerdì hanno seminato il caos nella struttura. I giovani sono stati arrestati dai carabinieri e per uno di loro si profila anche il reato di tentato omicidio.

Sebbene non siano ancora chiare le ragioni delle loro azioni si sa che i giovani hanno cominciato la loro escalation di violenza giovedì scorso con la devastazione degli arredi della struttura ospitante e aggredendo alcuni operatori della casa famiglia. A causa delle ferite riportate a seguito del danneggiamento e dell’aggressione, uno dei tre egiziani e un addetto della struttura sono stati medicati all’ospedale di Alatri. Durante il viaggio di rientro verso la casa famiglia, il giovane ha inoltre tentato di strangolare con una stampella il responsabile della casa d’accoglienza. Quest’ultimo, al quale è stata danneggiata anche la vettura, è finito al pronto soccorso dell’ospedale San Benedetto.

Non paghi dei danni arrecati a cose e persone, i tre minori hanno pensato di accanirsi anche contro un’operatrice del centro e violentarla: ieri sera, dopo aver malmenato e immobilizzato l’amministratore della struttura, i giovani hanno bloccato a terra l’operatrice quarantottenne abusandone sessualmente. A denunciare l’accadduto alle autorità è stata proprio la donna che, dopo le cure dei medici, è stata giudicata guaribile – almeno dal punto di vista fisico – in una decina di giorni.

Davide Lazzini
1 agosto 2015

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook