Modugno, le vittime dell’esplosione salgono a 9, aperta indagine per disastro colposo

Modugno, le vittime dell’esplosione salgono a 9, aperta indagine per disastro colposo

bruscella-carabinieri-2BARI – Continua a mietere vittime l’esplosione della fabbrica di fuochi d’artificio avvenuta venerdi scorso alla periferia di Modugno: alle 8 vittime si è aggiunto anche uno dei titolari della ditta, Michele Bruscella, morto all’ospedale Perrino di Brindisi qualche ora dopo Riccardo Postiglione, spirato la scorsa notte a causa delle ferite e ustioni riportate a seguito dello scoppio. Rimangono gravi le condizioni dei 2 feriti ricoverati rispettivamente al Policlinico di Bari e al Cardarelli di Napoli. Stazionario infine lo stato di salute degli altri 2 uomini coinvolti nell’esplosione, che hanno riportato ferite di minore entità. Salvo ma traumatizzato anche il cane corso del padrone dell’azienda: ritrovato dagli agenti è stato assistito dai volontari dell’Anpana, giunti sul posto su segnalazione della protezione civile.

Il lavoro delle forze dell’ordine si preannuncia lungo e difficoltoso, specie in ragione dei dettagli che mano a mano stanno emergendo dalla ricosruzione dei fatti. Pare, ma ancora non c’è certezza, che nella ditta stessero lavorando anche persone senza regolare contratto; 3 sono morte mentre una è ricoverata in ospedale. Gli inquirenti stanno cercando di capire quale fosse il motivo per cui si trovassero lì al momento dell’esplosione: forse lavoratori in nero assunti per aumentare la produzione in vista delle feste patronali o forse – come dichiarato da alcuni testimoni – semplici amici di qualche operaio passati di lì a salutare. Incerta – per adesso – anche l’origine dell’esplosione.

A seguito della tragedia la Procura di Bari – rappresentata dal sostituto procuratore Domenico Minardi – ha dato ordine di interdire la zona ed avviare un procedimento penale per disastro colposo che, al momento, rimane contro ignoti. Già domani potrebbe essere conferito l’incarico per l’autopsia ad un collegio di consulenti coordinato dal medico legale del Policlinico Francesco Vinci, che si occuperà degli accertamenti genetici e istologici.

Davide Lazzini
26 luglio 2015

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook