Muore folgorato dalla sua idea malsana

Muore folgorato dalla sua idea malsana

Non_tocare_i_fili,_pericolo_di_morteLUCCA – Younes El Bouti, quindicenne di origini marocchine, è morto folgorato dopo essersi avvicinato troppo ai cavi di contatto che alimentano la linea ferroviaria. Il ragazzo, per uno di quei giochi che spesso si prestano a divenire sfide dissennate e dall’amaro finale, è salito sopra a un vagone fermo in stazione e in un attimo è stato raggiunto da una scarica elettrica che non gli ha lasciato scampo; i circa 3 kilowatt che alimentano la rete ferroviaria nazionale gli si sono scaricati addosso uccidendolo all’istante. L’incidente è avvenuto intorno alle 22.30 di ieri.

Il ragazzo, rovinando a terra, ha richiamato l’attenzione di un addetto per il controllo dei convogli ma la celerità nel dare l’allarme e il tempestivo arrivo dei soccorsi non sono serviti a rianimare il quindicenne. Stando alle ricostruzioni e alle rilevazioni della Polfer, l’addetto ai controlli aveva già ammonito il giovane e i suoi amici per essersi arrampicati su un lampione della stazione ma i ragazzi, dopo che l’uomo si era allontanato per proseguire il suo lavoro, si sono nuovamente diretti in cerca di guai; Younes è salito sul vagone e – pare senza aver neppure toccato i cavi – è stato raggiunto dall’alta tensione, che lo ha fatto cadere a terra esanime. Sul posto, oltre al padre del quindicenne, è intervenuto anche Alberto Baccini, sindaco di Porcari.

Davide Lazzini
22 luglio 2015

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook