Camorra, pentito rivela: ”sapeva dell’attentato alle Torri Gemelle”

Le dichiarazioni di un pentito,  Biagio Di Lanno, ex affiliato al clan Polverino, pubblicate oggi dal Mattino di Napoli stanno facendo discutere: la Camorra sapeva in anticipo dell’attentato alle Torri Gemelle di New York.
 Il pool anti-camorra che in questi mesi ha smantellato il clan che fa capo a Giuseppe Polverino, boss arrestato qualche mese fa in Spagna dopo una lunga latitanza, ritiene Di Lanno una fonte attendibile.

Dal verbale dell’interrogatorio è emerso che alcuni esponenti della camorra avrebbero saputo la rivelazione, prima dell’11 settembre del 2001, da un corriere della droga marocchina, in effetti i Polverino si sono erano “specializzati” nel traffico internazionale di hashish.
Non solo, sempre dal verbale emerge che la camorra avrebbe saputo in anticipo anche delle bombe fatte esplodere l’11 marzo 2004 nella stazione della metropolitana di Madrid e che alcuni camorristi si sarebbero vantati di aver ospitato nei propri covi napoletani protagonisti del doppio attentato terroristico.

Enrico Ferdinandi

2 giugno 2012

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook