Meteo, allerta caldo. Tre giorni da bollino rosso in 20 città

Meteo, allerta caldo. Tre giorni da bollino rosso in 20 città

caldo-estate0031-1000x600Impressionante l’ultimo bollettino emesso dal Ministero della Salute riguardo l’allerta caldo. L’anticiclone Africano responsabile del caldo afoso di queste ore, raggiungerà la sua massima potenza in quelle che sono previste essere le tre giornate più calde di luglio, ovvero oggi, domani e dopodomani. Secondo i meteorologi, da Nord a Sud si toccheranno punte fino a 39 gradi e, in particolare venerdì, quando già dalle prime ore del mattino le temperature saranno elevate, si toccheranno punte di oltre 38-40 gradi.

Nella giornata di oggi il bollino rosso riguarda ‘solo’ 14 città: Bari, Bologna, Bolzano, Brescia, Campobasso, Firenze, Frosinone, Genova, Latina, Palermo, Perugia, Roma, Torino e Viterbo.
Venerdì, invece, le città “infuocate” saliranno a 20 e saranno Bari, Bologna, Bolzano, Brescia, Campobasso, Civitavecchia, Firenze, Frosinone, Genova, Latina, Milano, Palermo, Perugia, Pescara, Rieti, Roma, Torino, Trieste, Verona e Viterbo.

Il Ministero della Salute prevede “condizioni ad elevato rischio che persistono per tre o più giorni consecutivi” e ricorda che i soggetti più a rischio sono sempre e comunque gli anziani, i bambini e le persone con malattie croniche. Stando a quanto detto dal Ministro della Salute, Beatrice Lorenzin, questo gran caldo ha già cominciato a manifestare le sue prime conseguenze: si è registrato un incremento degli accessi dei bambini e delle persone anziane nei pronto soccorso d’Italia. A Roma, per esempio, secondo quanto ha riferito il 118, l’afa ha provocato un aumento del 20% di richieste di soccorso, soprattutto da parte dei soggetti più ‘fragili’.

Come proteggersi dal caldo e dall’afa? “I consigli – ha detto Lorenzin – sono quelli banali, non ce ne sono di originali. Ad ogni modo tutti i pronto soccorso d’Italia sono allertati, è evidente, perché c’è un incremento degli accessi”.

Se si supera il week end di fuoco, l’inizio della prossima settimana andrà meglio, secondo i meteorologi si assisterà ad un piccolo cedimento dell’anticiclone africano e le temperature diminuiranno – anche se di poco –grazie ai venti freschi in arrivo dal Nord. Tuttavia, quella d’inizio della prossima settimana rischia di essere una brevissima ed effimera pausa, con caldo di nuovo poi molto intenso su tutta l’Italia nei giorni successivi.

Insomma, siamo nel bel mezzo di quella che sarà ricordata come una vera e propria ‘estate di fuoco!’.

Marica Valentini
16 luglio 2015

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook